3478407520 - dal Lunedì al Venerdì: 10:00 - 13:00 / 17:00 - 19:30

Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

Spedizioni gratuite oltre i 80,01 €

Toradol « - Foglietto illustrativo

Toradol 10 mg compresse rivestite con film
Toradol 20 mg/ml gocce orali, soluzione


 





Indice del foglietto illustrativo

1. Che cos’è Toradol e a cosa serve
2. Cosa deve sapere prima di prendere Toradol
3. Come prendere Toradol
4. Possibili effetti indesiderati
5. Come conservare Toradol
6. Contenuto della confezione e altre informazioni



Altre formulazioni di cui è disponibile il foglietto illustrativo:

Toradol 10 mg/ml soluzione iniettabile👈
Toradol 30 mg/ml soluzione iniettabile
👈

 


1. Che cos’è Toradol e a cosa serve

A cosa serve Toradol? Perchè si usa?


Toradol
contiene il principio attivo ketorolac trometamina.
Appartiene a un gruppo di medicinali chiamati “antinfiammatori/antireumatici non steroidei (FANS)” che svolgono numerose attività, con una funzione importante nel controllo del dolore.
Toradol si usa soltanto nel trattamento a breve termine (massimo 5 giorni) del dolore moderato, dopo un intervento chirurgico (dolore post- operatorio).


2. Cosa deve sapere prima di prendere Toradol


Quando non deve assumere Toradol


Non prenda Toradol


  • se è allergico al principio attivo o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale (elencati al paragrafo 6);
  • se ha un dolore lieve o continuativo nel tempo (dolore di tipo cronico);
  • se è allergico ad altri FANS;
  • se ha reazioni allergiche anche gravi e improvvise (reazioni anafilattiche) all’aspirina (acido acetilsalicilico) o ad altri medicinali della stessa classe (inibitori della sintesi delle prostaglandine);
  • se ha dei noduli a forma di goccia all’interno del naso (sindrome completa o parziale di poliposi nasale);
  • se ha un gonfiore alle gambe, braccia, viso, bocca o lingua (angioedema);
  • se respira con difficoltà (broncospasmo, asma);
  • se ha avuto una storia di perdita di sangue, perforazione o lesione o ha dolore e bruciore allo stomaco o all’intestino (ulcera peptica attiva);
  • se ha gravi problemi al cuore (severa insufficienza cardiaca);
  • se ha o ha avuto un sanguinamento al cervello o anche un sospetto di sanguinamento (sanguinamento cerebrovascolare);
  • se ha una riduzione del volume di sangue (ipovolemia) o carenza di acqua (disidratazione);
  • se ha problemi ai reni moderati o gravi (insufficienza renale moderata o severa);
  • se ha una grave lesione o infiammazione al fegato (cirrosi epatica o epatiti gravi);
  • se ha la tendenza a sanguinare facilmente (diatesi emorragica, disordini della coagulazione);
  • se è in terapia con medicinali che fluidificano il sangue (anticoagulanti);
  • se sta prendendo contemporaneamente l’aspirina (acido acetilsalicilico), altri FANS, sali di litio (per problemi di salute mentale), probenecid (per il trattamento della gotta) o pentossifillina (per migliorare la circolazione del sangue) (vedi “Altri medicinali e Toradol”);
  • se è in trattamento con medicinali che aumentano molto la produzione di urina;
  • se deve prevenire il dolore prima o durante un intervento chirurgico;
  • se ha subito un intervento con un alto rischio di sanguinamento (emorragia o emostasi incompleta);
  • se è un bambino o un adolescente di età inferiore ai 16 anni;
  • se è negli ultimi tre mesi di gravidanza (terzo trimestre di gravidanza), in procinto di partorire ( travaglio), sta partorendo o allattando (vedi “Gravidanza, allattamento e fertilità”).

 

Avvertenze e precauzioni


Cosa deve sapere prima di prendere Toradol


Si rivolga al medico o al farmacista prima di prendere Toradol:


  • se ha o ha avuto malattie allo stomaco o all’intestino, in quanto il rischio di tossicità è elevato, soprattutto se assume Toradol al di fuori delle indicazioni autorizzate e/o per periodi prolungati (vedi anche “Che cos’è Toradol e a cosa serve”, “Non prenda Toradol” e” Come prendere Toradol”);
  • se sta assumendo altri medicinali antinfiammatori (vedi “Altri medicinali e Toradol”);
  • se è anziano o molto debole (debilitato) poiché può avere più probabilmente alcuni degli effetti indesiderati causati da Toradol come sanguinamento e perforazione dello stomaco e dell’intestino;
  • se ha malattie infiammatorie croniche dell’intestino (colite ulcerosa e morbo di Crohn);
  • se sta assumendo ormoni antinfiammatori (corticosteroidi orali), medicinali per fluidificare il sangue (anticoagulanti come il warfarin ), medicinali contro la depressione (inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina) o medicinali come l’aspirina o analoghi (vedi “Altri medicinali e Toradol”);
  • se ha importanti reazioni allergiche (reazioni anafilattiche, spasmo ai bronchi, arrossamenti della pelle, eruzioni cutanee, abbassamento della pressione, gonfiore alla gola e gonfiore alle gambe, braccia, viso, bocca o lingua) che possono verificarsi in pazienti con o senza una storia di allergia a Toradol, ad altri FANS o all’aspirina;
  • se ha una storia di gonfiore alle gambe, braccia, viso, bocca o lingua (angioedema) o di difficoltà respiratorie (broncospasmo, asma) e di presenza di noduli a forma di goccia all’interno del naso (polipi nasali);
  • se ha la pressione del sangue alta e/o il suo cuore non fornisce sangue in quantità adeguata (insufficienza cardiaca congestizia da lieve a moderata);
  • se ha problemi con i vasi sanguigni del cuore (cardiopatia ischemica cronica), delle gambe (arteriopatia periferica) e del cervello (vascolopatia cerebrale);
  • se ha troppi grassi nel sangue (iperlipidemia);
  • se ha il diabete;
  • se fuma;
  • se ha problemi ai reni;
  • se ha problemi al fegato;
  • se ha problemi di sanguinamento;
  • se ha reazioni della pelle (dermatite esfoliativa, sindrome di Stevens- Johnson e necrolisi tossica epidermica, rash cutaneo, lesioni della mucosa) o qualsiasi altro segno di allergia;
  • se sta programmando una gravidanza;
  • se ha problemi di fertilità o sta effettuando indagini sulla fertilità.


Toradol non provoca dipendenza. Non sono stati osservati sintomi di astinenza a seguito di una brusca interruzione del trattamento.
Sebbene Toradol non abbia dimostrato di aumentare gli eventi come l’infarto del cuore, non si può escludere tale rischio.

Attenzione: Toradol non può essere considerato un semplice antidolorifico e richiede di essere impiegato sotto lo stretto controllo del medico. Non va utilizzato nel trattamento del dolore lieve o di tipo cronico.

 

Uso di Toradol nei bambini e negli adolescenti



Toradol è controindicato nei bambini e negli adolescenti di età inferiore ai 16 anni.

 

Altri medicinali e Toradol


Quali medicinali o alimenti possono influenzare l'effetto di Toradol o esserne influenzati?


Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale.

 

Deve essere evitato l’uso contemporaneo di Toradol con:


  • antinfiammatori non steroidei (FANS) e medicinali della stessa classe dell’aspirina (ASA) poiché aumentano il rischio di gravi effetti indesiderati;
  • corticosteroidi (ormoni usati contro le infiammazioni) poiché aumentano il rischio di gravi lesioni e sanguinamenti allo stomaco e all’intestino (vedi “Avvertenze e precauzioni”);
  • anticoagulanti (medicinali per fluidificare il sangue) poiché Toradol può aumentare gli effetti degli anticoagulanti, come il warfarin, l’eparina e i destrani;
  • agenti antiaggreganti (aspirina o medicinali simili) e gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (medicinali contro la depressione) poiché possono aumentare il rischio di sanguinamento dello stomaco e dell’intestino e prolungare il tempo di sanguinamento;
  • pentossifillina (medicinale per migliorare la circolazione del sangue) poiché causa una maggiore tendenza al sanguinamento;
  • probenecid (medicinale per la gotta) poiché aumenta la quantità e la permanenza di Toradol nell’organismo;
  • metotrexato (medicinale per i tumori e per le malattie del sistema di difesa dell’organismo) poiché rimane più a lungo nell’organismo con possibilità di aumentare la sua tossicità;
  • litio (medicinale per problemi di salute mentale) poiché la sua quantità nel sangue può aumentare a seguito dell’assunzione contemporanea con Toradol;
  • diuretici, ACE inibitori e antagonisti dell’angiotensina II (medicinali per abbassare la pressione del sangue) poiché possono avere un effetto ridotto se assunti insieme a Toradol e aumentare il rischio di danni ai reni in alcuni pazienti disidratati o anziani che hanno già la funzionalità dei reni compromessa;
  • furosemide (medicinale per aumentare la quantità di urina) poiché il suo effetto viene ridotto.

Toradol riduce la necessità di usare farmaci derivati dall’oppio per controllare il dolore successivo a un intervento chirurgico.

 

Uso di Toradol con cibi


Un pasto ricco di grassi causa un minor effetto di Toradol compresse, ritardato di circa 1 ora.

 

Uso di Toradol durante la gravidanza e l'allattamento ed eventuali interferenze sulla fertilità


Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, o se sta allattando con latte materno chieda consiglio al medico o al farmacista prima di prendere questo medicinale.

 

Uso di Toradol in gravidanza


L’impiego di Toradol è controindicato durante gli ultimi 3 mesi di gravidanza. (terzo trimestre di gravidanza).
Non prenda Toradol durante il primo e il secondo trimestre di gravidanza, se non in casi strettamente necessari.
Se è in fase di concepimento, o durante il primo e secondo trimestre di gravidanza, la dose e la durata del trattamento con Toradol devono essere mantenute le più basse possibili.
Se è in età fertile deve evitare un’eventuale gravidanza prima dell’inizio del trattamento e durante il trattamento stesso con Toradol deve utilizzare un’efficace copertura anticoncezionale.

 

Travaglio e parto


Toradol è controindicato durante il travaglio ed il parto.

 

Uso di Toradol durante l'allattamento


Toradol è controindicato durante l’allattamento.

 

Fertilità


L’uso di Toradol può ridurre la fertilità e non è consigliato se sta pianificando una gravidanza. Se ha difficoltà a rimanere incinta o sta effettuando accertamenti per l’infertilità, dovrebbe considerare la sospensione di Toradol.

 

Guida di veicoli e utilizzo di macchinari


Può avvertire sonnolenza, capogiri, vertigini, disturbi del sonno (insonnia) o disturbi dell’umore (depressione) con l’uso di Toradol. Se avverte questi o altri effetti indesiderati simili, eviti lo svolgimento di attività che richiedono attenzione.
Si consiglia pertanto di usare cautela nella guida di veicoli e nell’uso di macchinari.

 

Toradol compresse rivestite con film contiene lattosio


Se il medico le ha diagnosticato una intolleranza ad alcuni zuccheri, lo contatti prima di prendere questo medicinale.


Toradol gocce orali, soluzione contiene metile-paraidrossibenzoato e propile-paraidrossibenzoato

Possono causare reazioni allergiche (anche ritardate).


3. Come prendere Toradol


Come usare Toradol: dose, modo e tempo di somministrazione


Prenda Toradol seguendo sempre esattamente le istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista.
Attenzione: la durata di trattamento non deve superare i 5 giorni.

 

Dose raccomandata di Toradol negli adulti


Il medico le prescriverà la dose efficace più bassa in relazione alla gravità del dolore e alla sua risposta al trattamento.

La dose raccomandata di Toradol è di 10 mg (pari a 1 compressa rivestita con film o a 10 gocce di soluzione), secondo necessità, ogni 4-6 ore fino ad un massimo di 40 mg al giorno.

In caso di passaggio dalla terapia iniettabile alla terapia orale con Toradol, il medico la informerà su come procedere con la dose (non deve essere superata la dose totale di 90 mg al giorno, ricordando che la dose orale massima non deve superare i 40 mg).
La dose sarà adeguatamente ridotta dal medico nei pazienti con peso inferiore a 50 kg.

 

Dose raccomandata di Toradol negli anziani (di età uguale o superiore a 65 anni)


Se è anziano il medico stabilirà attentamente la dose di Toradol che deve assumere.

 

Dose raccomandata di Toradol nei bambini e negli adolescenti


L’uso di Toradol è controindicato al di sotto dei 16 anni di età.
Toradol gocce orali, soluzione è particolarmente indicato per chi ha difficoltà ad ingerire le compresse.


Se prende più Toradol di quanto deve


In caso di assunzione di una dose eccessiva di Toradol avverta immediatamente il medico o si rechi al più vicino ospedale.
Alcuni dei sintomi da sovradosaggio possono essere dolore all’addome, nausea, vomito, frequenti atti respiratori (iperventilazione), lesione della parete dello stomaco o dell’intestino e/o infiammazione che può essere accompagnata da perdita di sangue (ulcera peptica e/o gastrite erosiva, sanguinamento gastrointestinale), problemi ai reni (disfunzione renale), gravi e rapide reazioni allergiche generali (reazioni anafilattoidi). Raramente si possono verificare
aumento della pressione del sangue (ipertensione), malattia ai reni (insufficienza renale acuta), difficolta respiratoria (depressione respiratoria) e coma.

 

Se dimentica di prendere Toradol

 

Non prenda una dose doppia per compensare la dimenticanza della dose.

 

Se interrompe il trattamento con Toradol


Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico o al farmacista.


4. Possibili effetti indesiderati


Quali sono gli effetti collaterali di Toradol?


Come tutti i medicinali, Toradol può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.

 

Con l'uso di Toradol possono verificarsi i seguenti effetti indesiderati (le frequenze non sono note perché gli effetti sono stati segnalati volontariamente da un numero non quantificabile di persone, dopo l’immissione in commercio del medicinale):

  • infiammazione delle membrane che avvolgono il cervello (meningite asettica);
  • diminuzione di un tipo di cellule presenti nel sangue (trombocitopenia);
  • macchie rosse sul corpo (porpora);
  • sanguinamento dal naso (epistassi);
  • gravi e rapide reazioni allergiche generali (anafilassi, reazioni anafilattoidi);
  • reazioni allergiche come contrazione dei bronchi che provocano difficoltà respiratorie (broncospasmo);
  • dilatazione dei vasi sanguigni (vasodilatazione);
  • vampate;
  • eruzione della pelle (rash);
  • gonfiore alla gola (edema laringeo);
  • perdita dell’appetito (anoressia);
  • aumento dei valori di potassio (iperkaliemia) e riduzione dei valori di sodio nel sangue (iponatriemia);
  • pensiero non normale;
  • disturbi dell’umore (depressione);
  • disturbi del sonno (insonnia);
  • ansia, irritabilità, nervosismo;
  • gravi alterazioni dell’equilibrio psichico (reazioni psicotiche);
  • sogni anomali;
  • allucinazioni;
  • euforia;
  • ridotta capacità di concentrazione;
  • diminuzione della sensibilità e della prontezza dei riflessi (stati di torpore);
  • confusione;
  • mal di testa (cefalea);
  • capogiri;
  • convulsioni;
  • alterazione della sensibilità della pelle, formicolii (parestesia);
  • eccesso di movimento (ipercinesia)
  • alterazioni del gusto;
  • disturbi della visione, vista alterata (visione anormale);
  • ronzii nelle orecchie (tinnito), perdita dell’udito;
  • vertigini;
  • battito cardiaco irregolare o forte (palpitazioni);
  • riduzione della frequenza dei battiti del cuore (bradicardia);
  • ridotta funzione del cuore (scompenso cardiaco);
  • gonfiore (edema);
  • aumento della pressione del sangue (ipertensione) o riduzione della pressione (ipotensione);
  • problemi al cuore (insufficienza cardiaca);
  • lividi (ematomi);
  • rossore;
  • pallore;
  • perdita di sangue dalla ferita dopo un’operazione (emorragia post-operatoria);
  • infarto del cuore;
  • lesione ai vasi del cervello (ictus);
  • presenza di liquidi nei polmoni (edema polmonare);
  • difficoltà respiratorie (dispnea, asma);
  • lesione della parete dello stomaco o dell’intestino che può essere anche perforata e accompagnata da perdita di sangue (ulcera peptica, ulcera, perforazione o emorragia gastrointestinale);
  • nausea;
  • vomito;
  • diarrea;
  • fuoriuscita di gas dall’ano (flatulenza);
  • stitichezza (costipazione);
  • dolore/fastidio nella zona dello stomaco (dispepsia), dolore/disturbo addominale, senso di pienezza;
  • sangue nelle feci (melena) e dal tratto finale dell’intestino (sanguinamento rettale);
  • vomito con sangue (ematemesi);
  • infiammazione della bocca (stomatite, stomatite ulcerativa) e dell’esofago (esofagite);
  • eruttazione;
  • infiammazione del pancreas (pancreatite);
  • secchezza della bocca;
  • peggioramento dell’infiammazione di una parte di intestino chiamata colon (esacerbazione di colite), dello stomaco (gastrite);
  • peggioramento di una malattia infiammatoria cronica dell’intestino (morbo di Crohn);
  • infiammazione del fegato (epatite);
  • ingiallimento della pelle e degli occhi (ittero colestatico);
  • scarsa funzionalità del fegato (insufficienza epatica);
  • rapido gonfiore di gambe, braccia, viso o lingua (angioedema)
  • infiammazione della pelle con desquamazione (dermatite esfoliativa);
  • sudorazione;
  • eruzione della pelle con arrossamenti e rigonfiamenti (rash maculo- papulare);
  • rticaria, prurito;
  • reazioni con bolle inclusa una malattia denominata sindrome di Stevens-Johnson con gravi lesioni alla pelle, alla bocca e ad altre parti del corpo con febbre elevata, vomito, diarrea e dolori alle articolazioni;
  • morte della pelle (necrolisi tossica epidermica);
  • dolori ai muscoli (mialgia);
  • aumento della quantità di urina (poliuria), aumento della frequenza urinaria, diminuzione della quantità di urina (oliguria);
  • malattie ai reni (insufficienza renale, sindrome uremico-emolitica, nefrite interstiziale, ritenzione urinaria, sindrome nefrosica, dolore al fianco);
  • infertilità nelle donne;
  • debolezza muscolare (astenia);
  • febbre;
  • dolore al torace;
  • sete eccessiva;
  • aumento del tempo di sanguinamento e alterazione di alcuni esami del sangue (aumento dell’urea, aumento della creatinina, alterazione dei test di funzionalità epatica).



Segnalazione degli effetti indesiderati


Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione.
Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.


5. Come conservare Toradol


Indicazioni per la corretta conservaione di Toradol


Compresse rivestite con film: non conservare a temperatura superiore ai 30°C.
Gocce orali, soluzione: conservare nella confezione originale per proteggere il medicinale dalla luce.
Conservi questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.
Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sulla scatola dopo “Scad.”. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.
Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.


6. Contenuto della confezione e altre informazioni

 

Principio attivo ed eccipienti di Toradol


Cosa contiene Toradol


Toradol 10 mg compresse rivestite con film

  • Il principio attivo è ketorolac trometamina. Una compressa contiene 10 mg di ketorolac trometamina.
  • Gli altri componenti sono cellulosa microcristallina, lattosio, magnesio stearato, ipromellosa, titanio diossido, macrogol 8000.

 

Toradol 20 mg/ml gocce orali, soluzione

  • Il principio attivo è ketorolac trometamina. 1 ml di soluzione per gocce orali contiene 20 mg di ketorolac trometamina.
  • Gli altri componenti sono acido citrico, sodio fosfato monobasico, metile paraidrossibenzoato, propile-paraidrossibenzoato, sodio idrossido fino a pH 6,5 ± 0,5, acqua depurata.

 

Descrizione dell’aspetto di Toradol e contenuto della confezione



Toradol si presenta in forma di:

  • compresse rivestite con film da 10 mg per uso orale. È disponibile in confezione da 10 compresse in blister
  • gocce orali, soluzione da 20 mg/ml. È disponibile un flacone di vetro da 10 ml.

 

Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio e produttore di Toradol


RECORDATI Industria Chimica e Farmaceutica S.p.A. - Via M. Civitali, 1 – Milano.
Concessionario di vendita: Innova Pharma S.p.A., Via M. Civitali, 1 – Milano.

 

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il:


Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016.


👉Ulteriori informazioni sul prodotto  sono disponibili consultando il riassunto delle caratteristiche del prodotto


Fonte dell'articolo:
Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco)

Tutte le informazioni contenute in questo articolo sono fornite a solo scopo informativo, in nessun caso costituiscono la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Come specificato in ogni articolo se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico.
Attenzione: i foglietti illustrativi potrebbero essere incompleti e/o non aggiornati. Per qualsiasi informazione più approfondita sul medicinale consultare il medico.

Recensioni certificate

Sappiamo come rendervi felici