3478407520 - dal Lunedì al Venerdì: 10:00 - 13:00 / 17:00 - 19:30

Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

logo leaderfarma blog
Glaucoma

Glaucoma

Cos'? quali sono i sintomi, le cause e i rimedi.

In questo articolo troverai….



  • Cos'è il glaucoma?

  • Cenni sulle caratteristiche dell'occhio

  • Quali sono i sintomi del glaucoma?

  • Quali sono le cause del glaucoma?

  • Rimedi per contrastare il glaucoma

  • Prevenzione del glaucoma

  • Domande frequenti sul glaucoma

  • Leaderfarma consiglia




1. Cos’è il glaucoma?




Persona affetta da Glaucoma


Il glaucoma è un disturbo dell'occhio che colpisce circa 2,5 milioni di persone solo in Italia. Si tratta di una malattia degenerativa che colpisce il nervo ottico. E’ caratterizzata da un aumento di pressione all’interno dell’occhio. Questa condizione può portare a gravi problemi di vista, quindi è fondamentale riconoscerne i sintomi e intervenire il prima possibile per contrastarla.


Il  glaucoma rappresenta la seconda causa di disabilità visiva e cecità in Italia.


Quando il nervo ottico si danneggia
a risentirne è il campo visivo che inizia a ridursi, inizialmente nelle zone più periferiche, spostandosi gradualmente nelle porzioni più centrali del campo visivo, compromettendo la qualità della vista.


Nel corso di questo articolo vi spiegheremo cos'è il glaucoma, quali sono i suoi sintomi e quali sono le cause che possono scatenarlo. Infine, vi daremo alcuni preziosi consigli su come contrastare il glaucoma attraverso rimedi naturali e trattamenti efficaci.




2. Cenni sulle caratteristiche anatomiche dell'occhio



Illustrazione della struttura anatomica dell'occhio


Prima di entrare nel dettaglio e spiegare le cause ed i sintomi del glaucoma è utile fare alcuni cenni sulle caratteristiche anatomiche dell'occhio.


Il bulbo oculare è situato nella cavità orbitaria che lo custodisce e lo protegge.


La cornea
è la parte anteriore dell'occhio e ha una forma sferica. Questa membrana trasparente e liscia funge da barriera protettiva per l'interno dell'occhio, permettendo alla luce di passare attraverso di essa. La cornea è molto sensibile al dolore ed è ricoperta da un film oleoso che la protegge dagli agenti esterni.

Dietro la cornea si trova il cristallino, un altro elemento importantissimo dell'occhio. Il cristallino è una sorta di lente che si trova nell' occhio e che permette di mettere a fuoco la luce sulla retina. La forma del cristallino cambia nel corso della vita, infatti, esso va incontro a un processo di invecchiamento detto presbiopia.


L'iride è la parte colorata dell' occhio ed è situata dietro il cristallino. L'iride ha un foro al centro chiamato pupilla: è proprio grazie alla pupilla che la luce entra nell' occhio e raggiunge la retina. La dimensione della pupilla varia a seconda della quantità di luce presente: se c'è poca luce, la pupilla si dilata per permettere alla maggior quantità di luce possibile di entrare nell' occhio, mentre se c'è molta luce, la pupilla si restringe per evitare che troppa luminosità danneggi la retina.


La retina
è situata all'interno dell' occhio ed è una membrana molto sensibile alla luce. La retina trasforma la luce in impulsi elettrici che vengono inviati al cervello tramite il nervo ottico. Il cervello interpreta poi questi impulsi come un'immagine.




3. Quali sono i sintomi del glaucoma?



I sintomi del glaucoma variano a seconda del tipo e dello stadio della malattia. Ecco un riepilogo dei sintomi associati ai diversi tipi di glaucoma:



Glaucoma ad Angolo Aperto (Cronico)


  • Perdita Graduale della Vista Periferica: Questo è solitamente il primo segno, che avviene in entrambi gli occhi. In fase avanzata, può progredire alla perdita della vista centrale.


Uomo con perdita progressiva della vista a causa del Glaucoma


  • Visione "a tunnel": Nei casi avanzati, la visione può restringersi fino a sembrare come se si guardasse attraverso un tunnel.


Questo tipo di glaucoma si sviluppa lentamente e spesso senza sintomi evidenti fino a quando non è avanzato, rendendo difficile la diagnosi precoce senza controlli visivi regolari.




Glaucoma ad Angolo Chiuso (Acuto)


  • Dolore Oculare Intenso e Improvviso: Può essere accompagnato da nausea e vomito a causa dell'aumento rapido della pressione intraoculare.
  • Visione Offuscata: Apparizione improvvisa, spesso con aloni intorno alle luci.
  • Rossore dell'Occhio: L'occhio colpito può apparire notevolmente arrossato.


Donna con gli occhi rossi a causa del Glaucoma


  • Mal di Testa: In alcuni casi, può essere presente.
  • Fenomeni Visivi Anormali: Come vedere aloni intorno alle luci.
  • Rigidità Oculare: L'occhio colpito può sentirsi molto duro al tatto.


Il glaucoma ad angolo chiuso richiede un trattamento immediato per prevenire danni permanenti alla vista o la cecità.




Glaucoma Secondario


I sintomi del glaucoma secondario possono variare ampiamente e dipendono dalla causa sottostante. Potrebbero assomigliare ai sintomi del glaucoma ad angolo aperto o ad angolo chiuso.




Glaucoma Congenito


  • Opacità della Cornea: Gli occhi del bambino possono apparire torbidi.
  • Lacrime Eccessive: Il bambino può piangere più del normale senza una causa evidente.
  • Sensibilità alla Luce: Nota come fotofobia.
  • Occhi Anormalmente Grandi: A causa dell'aumento della pressione intraoculare, gli occhi possono apparire ingranditi.



È importante sottolineare che il glaucoma ad angolo aperto, il tipo più comune di glaucoma, spesso non presenta sintomi evidenti fino a quando la malattia non ha già causato danni significativi. Questo sottolinea l'importanza dei controlli visivi regolari, specialmente per coloro che sono a rischio, per consentire una diagnosi precoce e l'inizio del trattamento per prevenire la progressione della malattia.

 

 

4. Quali sono le cause del glaucoma?



Le cause esatte del glaucoma non sono completamente comprese, ma si sa che diversi fattori contribuiscono allo sviluppo della malattia, influenzando principalmente il danno al nervo ottico e l'aumento della pressione intraoculare. Ecco i principali fattori che possono portare al glaucoma:



Aumento della Pressione Intraoculare (PIO)


  • Il glaucoma è più comunemente associato a un aumento della pressione all'interno dell'occhio, che può danneggiare il nervo ottico. Questo aumento di pressione può essere causato da un'alterata produzione o drenaggio dell'umor acqueo, il fluido che circola all'interno dell'occhio.




Fattori Ereditari


  • La predisposizione genetica gioca un ruolo significativo. Avere familiari di primo grado con glaucoma aumenta il rischio di sviluppare la malattia.




Età


  • Il rischio di glaucoma aumenta con l'età, soprattutto per le persone oltre i 60 anni.




Etnia


  • Alcune etnie hanno un rischio maggiore di sviluppare specifici tipi di glaucoma. Ad esempio, il glaucoma ad angolo aperto è più comune tra gli afroamericani e i caraibici di origine africana, mentre il glaucoma ad angolo chiuso è più comune tra gli asiatici.




Condizioni Mediche


  • Altre condizioni mediche possono aumentare il rischio di sviluppare il glaucoma, come il diabete, l'ipertensione e le malattie cardiache.




Traumi Oculari


  • Lesioni agli occhi possono portare a un tipo di glaucoma noto come glaucoma secondario.




Uso Prolungato di Corticosteroidi


  • L'uso a lungo termine di farmaci corticosteroidi, specialmente in forma di colliri, può aumentare il rischio di glaucoma.




Altre Condizioni Oculari


  • Condizioni oculari come l'elevata miopia, l'ipermetropia e l'ispessimento della cornea possono aumentare il rischio di glaucoma.




Circolazione del Sangue


  • Problemi con la circolazione sanguigna al nervo ottico possono contribuire allo sviluppo del glaucoma, anche in assenza di pressione intraoculare elevata.




5. Come si può contrastare il glaucoma?



Contrastare il glaucoma richiede un approccio proattivo che include diagnosi precoce, trattamento appropriato e monitoraggio regolare della condizione. Ecco alcune strategie fondamentali per gestire e contrastare il glaucoma:



Diagnosi Precoce


  • La diagnosi precoce è cruciale per prevenire la progressione del glaucoma e la perdita della vista. Controlli visivi regolari sono essenziali, soprattutto per coloro che sono a rischio maggiore, come persone sopra i 40 anni, con una storia familiare di glaucoma, diabetici, o chi ha subito infortuni agli occhi.




Trattamento Medico


  • Colliri: I colliri sono spesso la prima opzione di trattamento per ridurre la pressione intraoculare, elemento chiave nella gestione del glaucoma. È importante usare i colliri esattamente come prescritto.
  • Farmaci Orali: In alcuni casi, possono essere prescritti farmaci orali per aiutare a ridurre la pressione intraoculare.




Terapie Laser


  • Le terapie laser, come la trabeculoplastica laser per il glaucoma ad angolo aperto o l'iridotomia periferica laser per il glaucoma ad angolo chiuso, possono essere utilizzate per migliorare il drenaggio dell'umor acqueo dall'occhio, riducendo così la pressione intraoculare.




Interventi Chirurgici


  • In casi più gravi o quando altri trattamenti non sono efficaci, possono essere necessari interventi chirurgici per creare nuove vie di drenaggio per l'umor acqueo o per rimuovere parte del tessuto occhio che sta bloccando il suo flusso naturale.
  • Trabeculectomia: Un intervento chirurgico comune per il glaucoma che crea un nuovo canale di drenaggio per l'umor acqueo.
  • Impianti di Drenaggio: Possono essere inseriti dispositivi speciali per aiutare a drenare l'umor acqueo.




Monitoraggio Regolare


  • Il monitoraggio regolare della pressione intraoculare e del campo visivo può aiutare a valutare l'efficacia del trattamento e a modificare il piano terapeutico se necessario.




Stile di Vita e Rimedi Domestici


  • Anche se non possono sostituire i trattamenti medici, alcune modifiche allo stile di vita possono supportare la gestione del glaucoma:
    • Mantenere un peso corporeo sano.
    • Praticare esercizio fisico regolare, evitando però attività che aumentano eccessivamente la pressione intraoculare, come il sollevamento di pesi estremamente pesanti.
    • Limitare il consumo di caffeina, che può aumentare temporaneamente la pressione intraoculare.
    • Dormire con la testa leggermente sollevata può aiutare a ridurre la pressione intraoculare durante la notte per alcuni pazienti.




Educazione del Paziente


  • Comprendere il glaucoma e il suo trattamento aiuta i pazienti a seguire meglio le prescrizioni mediche e a riconoscere l'importanza dei controlli regolari.




6. Come fare a prevenire il Glaucoma?


Visita oculistica per prevenire il Glaucoma


Prevenire il glaucoma in senso stretto può essere difficile, poiché molti dei fattori di rischio associati a questa condizione, come l'età avanzata e la predisposizione genetica, sono fuori dal controllo dell'individuo. Tuttavia, esistono misure preventive che possono aiutare a ridurre il rischio di sviluppare il glaucoma o almeno a rallentarne la progressione e a minimizzare l'impatto sulla vista. Ecco alcune strategie chiave:




Controlli Visivi Regolari


  • Esami Oculistici Periodici: La diagnosi precoce è fondamentale per prevenire danni significativi alla vista causati dal glaucoma. Gli adulti dovrebbero sottoporsi a esami della vista completi a intervalli raccomandati dall'oculista, specialmente se hanno più di 40 anni o se hanno fattori di rischio per il glaucoma.




Gestione dei Fattori di Rischio


  • Controllo della Pressione Intraoculare (PIO): Anche se non tutti i tipi di glaucoma sono causati da un aumento della PIO, mantenere la pressione oculare entro limiti normali può ridurre il rischio di sviluppare il glaucoma o di aggravare una condizione esistente.
  • Salute Generale: Condizioni mediche come l'ipertensione e il diabete possono aumentare il rischio di sviluppare il glaucoma. Gestire queste condizioni attraverso una dieta equilibrata, esercizio fisico regolare e, se necessario, farmaci, può aiutare.
  • Protezione degli Occhi: Lesioni oculari gravi possono aumentare il rischio di glaucoma. Utilizzare protezioni per gli occhi durante attività sportive o lavori che potrebbero esporre gli occhi a lesioni può prevenire i casi di glaucoma secondario.




Stili di Vita Salutari


  • Alimentazione e Nutrizione: Anche se non ci sono prove dirette che collegano la dieta alla prevenzione del glaucoma, mantenere uno stile di vita sano può aiutare. Alcuni studi suggeriscono che una dieta ricca di verdure a foglia verde, antiossidanti e acidi grassi omega-3 può essere benefica per la salute oculare.
  • Esercizio Fisico: L'attività fisica regolare può aiutare a ridurre la pressione intraoculare in alcune persone. Tuttavia, alcuni esercizi ad alta intensità o che aumentano la pressione sul corpo (come sollevamento pesi estremo) potrebbero aumentare temporaneamente la PIO, quindi è importante consultare un medico.




Evitare l'Uso Eccessivo di Colliri con Corticosteroidi


  • Attenzione ai Colliri: L'uso prolungato di colliri contenenti corticosteroidi può aumentare il rischio di sviluppare glaucoma. È importante utilizzare questi farmaci solo sotto stretto controllo medico.




7. Domande frequenti sul Glaucoma



Cos'è il Glaucoma?


Il Glaucoma è un gruppo di malattie oculari che danneggiano il nervo ottico, essenziale per la visione. Questo danno è spesso associato a un aumento della pressione all'interno dell'occhio, noto come pressione intraoculare (PIO). Senza trattamento, il Glaucoma può portare a una perdita della vista periferica e, infine, alla cecità.





Quali sono i Sintomi del Glaucoma?


I sintomi del Glaucoma variano a seconda del tipo e dello stadio della malattia. Nel Glaucoma ad angolo aperto, il tipo più comune, i sintomi sono spesso assenti nelle fasi iniziali. Man mano che la malattia progredisce, si può verificare una perdita graduale della vista periferica, seguita da una riduzione del campo visivo. Nel Glaucoma ad angolo chiuso, una condizione più rara ma più grave, i sintomi possono includere dolore oculare intenso, nausea, visione offuscata, e l'apparizione di aloni intorno alle luci.





Quali sono le Cause del Glaucoma?


Le cause esatte del Glaucoma non sono completamente comprese, ma sappiamo che un aumento della pressione all'interno dell'occhio gioca un ruolo chiave nella maggior parte dei casi. Fattori di rischio includono età avanzata, storia familiare di Glaucoma, miopia elevata, pressione intraoculare elevata, e condizioni mediche come il diabete.





Come viene Diagnosticato il Glaucoma?


Il Glaucoma viene diagnosticato attraverso un esame oculistico completo che include misurazioni della pressione intraoculare (tonometria), ispezione dell'angolo di drenaggio dell'occhio (gonioscopia), esami del campo visivo, e analisi delle fibre nervose retiniche e del disco ottico.





Quali sono i Trattamenti Disponibili per il Glaucoma?


Il trattamento del Glaucoma si concentra sulla riduzione della pressione intraoculare per rallentare o prevenire ulteriori danni al nervo ottico. Le opzioni di trattamento includono farmaci (come colliri), terapia laser, e interventi chirurgici. La scelta del trattamento dipende dalla gravità e dal tipo di Glaucoma.





Il Glaucoma è Prevenibile?


Non è possibile prevenire il Glaucoma, ma la diagnosi precoce e il trattamento possono prevenire o rallentare la progressione della perdita della vista. È importante sottoporsi a controlli oculari regolari, specialmente se si hanno fattori di rischio per il Glaucoma.





Qual è l'Impatto del Glaucoma sulla Vita Quotidiana?


L'impatto del Glaucoma sulla vita quotidiana varia a seconda della gravità della perdita della vista. Molti pazienti con Glaucoma continuano a vivere vite attive e produttive. Tuttavia, potrebbe essere necessario adattare alcune attività, come guidare, e utilizzare aiuti visivi per migliorare la sicurezza e l'autonomia.




Quali esami servono per diagnosticare il glaucoma?



Per diagnosticare il Glaucoma, sono necessari diversi esami oculistici che consentono al medico di valutare lo stato di salute dell'occhio e la presenza di eventuali segni indicativi di questa patologia. Gli esami principali includono:



Tonometria


La tonometria è l'esame utilizzato per misurare la pressione intraoculare (PIO). Una pressione elevata all'interno dell'occhio è un fattore di rischio significativo per il Glaucoma. Esistono vari metodi per misurare la PIO, ma il più comune è l'utilizzo di un tonometro a soffio d'aria o un tonometro di Goldmann.




Gonioscopia


La gonioscopia permette di esaminare l'angolo iridocorneale dell'occhio, ovvero la zona attraverso la quale il fluido intraoculare (umor acqueo) drena fuori dall'occhio. Questo esame aiuta a determinare se il Glaucoma è ad angolo aperto o ad angolo chiuso, che sono i due tipi principali della malattia.




Oftalmoscopia


L'oftalmoscopia, o esame del fondo oculare, consente di osservare il nervo ottico per eventuali danni o anomalie. Nel Glaucoma, il disco ottico può apparire escavato o danneggiato a causa della pressione elevata.




Perimetria


La perimetria, o esame del campo visivo, misura l'intera area visiva che l'occhio può percepire mentre rimane fisso su un punto. Questo esame aiuta a identificare la perdita della vista periferica, tipica del Glaucoma.




Pachimetria


La pachimetria misura lo spessore della cornea. Lo spessore corneale può influenzare le misurazioni della pressione intraoculare, fornendo così informazioni aggiuntive per valutare il rischio di Glaucoma.




Scansione delle fibre nervose retiniche


Utilizzando tecnologie avanzate come la tomografia a coerenza ottica (OCT), questo esame può misurare lo spessore delle fibre nervose retiniche intorno al disco ottico, rilevando precocemente i danni causati dal Glaucoma.


Questi esami forniscono informazioni cruciali per la diagnosi del Glaucoma, consentendo al medico di determinare la presenza di fattori di rischio, di valutare l'entità del danno al nervo ottico e di pianificare il trattamento più adeguato. È importante sottolineare che una diagnosi precoce e un trattamento tempestivo sono fondamentali per prevenire o limitare la perdita della vista causata dal Glaucoma.




La tonometria oculare è dolorosa?



La tonometria oculare, utilizzata per misurare la pressione all'interno dell'occhio (pressione intraoculare, PIO), è generalmente indolore. Durante l'esame, possono essere utilizzate diverse tecniche, ma le più comuni sono la tonometria a contatto e la tonometria a non contatto (o tonometria a soffio d'aria).




Tonometria a contatto


Nella tonometria a contatto, l'oculista applica un collirio anestetico per intorpidire la superficie dell'occhio e prevenire qualsiasi disagio. Potrebbe essere utilizzato un colorante per aiutare il medico a misurare la pressione intraoculare con maggiore precisione. Dopo l'applicazione dell'anestetico, uno strumento chiamato tonometro viene delicatamente appoggiato sulla cornea. Nonostante il contatto diretto con l'occhio, il paziente non dovrebbe provare dolore a causa dell'anestesia locale.




Tonometria a non contatto (Tonometria a soffio d'aria)


Nella tonometria a non contatto, non è necessario l'uso di collirio anestetico perché lo strumento non tocca fisicamente l'occhio. Durante l'esame, un soffio d'aria viene indirizzato verso la cornea, e la resistenza dell'aria riflessa viene misurata per determinare la pressione intraoculare. Questo metodo può sorprendere o far sobbalzare a causa dell'improvviso soffio d'aria, ma non causa dolore.


In entrambi i casi, i pazienti possono avvertire una lieve pressione o un leggero disagio, ma il processo è veloce e non doloroso. La sensazione di avere qualcosa vicino all'occhio o l'improvviso soffio d'aria può essere scomodo per alcuni, ma l'esame è cruciale per diagnosticare e gestire condizioni come il glaucoma, che può portare a gravi conseguenze se non trattato.




Il glaucoma può portare alla cecità?



Sì, il glaucoma può portare alla cecità se non viene diagnosticato e trattato tempestivamente. È una delle principali cause di cecità irreversibile nel mondo. Il glaucoma danneggia il nervo ottico, che è vitale per la visione, a causa dell'aumento della pressione all'interno dell'occhio (pressione intraoculare). Questo danno al nervo ottico può portare a una perdita progressiva del campo visivo, iniziando tipicamente con la visione periferica. Senza trattamento, la malattia può progredire fino a compromettere anche la visione centrale, risultando in cecità.


Tuttavia, con una diagnosi precoce e un trattamento adeguato, è possibile gestire il glaucoma e rallentare la progressione del danno al nervo ottico, riducendo significativamente il rischio di cecità. Il trattamento può includere l'uso di colliri per ridurre la pressione oculare, terapie laser o interventi chirurgici per migliorare il drenaggio dell'umor acqueo dall'occhio.


È importante sottolineare che la perdita della vista causata dal glaucoma è permanente e non può essere recuperata. Per questo motivo, la prevenzione attraverso controlli oculari regolari è fondamentale, specialmente per le persone a rischio, come quelle con una storia familiare di glaucoma, di età superiore ai 40 anni, o che hanno altre condizioni mediche che possono aumentare il rischio di sviluppare questa patologia.




In cosa consiste l'intervento chirurgico per il glaucoma?



L'intervento chirurgico per il glaucoma è volto a ridurre la pressione intraoculare (PIO) per prevenire ulteriori danni al nervo ottico e arrestare la progressione della malattia. Esistono diversi tipi di interventi chirurgici per il glaucoma, ciascuno con obiettivi e tecniche specifiche a seconda della gravità della condizione e della risposta del paziente ai trattamenti precedenti. Ecco una panoramica delle opzioni chirurgiche comunemente utilizzate:



Trabeculectomia


La trabeculectomia è uno dei metodi chirurgici più comuni per il trattamento del glaucoma. Il chirurgo crea un nuovo canale di drenaggio per l'umor acqueo, che aiuta a ridurre la pressione oculare. Questo viene fatto rimuovendo una piccola porzione del tessuto trabecolare nell'angolo dell'occhio, permettendo all'umor acqueo di defluire più facilmente e riducendo così la pressione intraoculare.




Impianto di Shunt per Glaucoma


Gli shunt per glaucoma, o dispositivi di drenaggio, sono piccoli tubi impiantati nell'occhio per aiutare a drenare l'umor acqueo e ridurre la pressione intraoculare. Questi dispositivi creano un percorso alternativo per il fluido oculare, bypassando i canali di drenaggio ostruiti o danneggiati.




Iridotomia Laser


Utilizzata principalmente per il trattamento del glaucoma ad angolo chiuso, l'iridotomia laser crea un piccolo foro nella iride, consentendo all'umor acqueo di fluire più liberamente tra la camera anteriore e quella posteriore dell'occhio, riducendo così la pressione intraoculare.




Trabeculoplastica Laser


La trabeculoplastica laser è un trattamento non invasivo che utilizza il laser per aprire i canali di drenaggio dell'occhio, migliorando il flusso dell'umor acqueo e riducendo la pressione oculare. Questa procedura è spesso utilizzata per i pazienti con glaucoma ad angolo aperto.




Ciclofotocoagulazione


La ciclofotocoagulazione è un trattamento laser che riduce la produzione di umor acqueo riducendo la dimensione del corpo ciliare, che è responsabile della sua produzione. Questo metodo è spesso riservato ai casi di glaucoma più difficili da trattare o quando altri trattamenti non sono stati efficaci.




Minimally Invasive Glaucoma Surgery (MIGS)


Le tecniche MIGS sono una serie di procedure chirurgiche relativamente nuove che mirano a ridurre la pressione intraoculare con meno rischi e un recupero più rapido rispetto alla chirurgia tradizionale. Questi interventi utilizzano micro-dispositivi per migliorare il drenaggio dell'umor acqueo o ridurre la sua produzione con minime alterazioni anatomiche e meno complicazioni.


La scelta dell'intervento dipende da vari fattori, tra cui il tipo e la gravità del glaucoma, la risposta del paziente ai trattamenti precedenti, e le condizioni generali di salute dell'occhio. Il medico specialista in grado di valutare il caso specifico del paziente fornirà le raccomandazioni più appropriate per il trattamento chirurgico.




È possibile guidare con il glaucoma?



La capacità di guidare con il glaucoma dipende dalla gravità della condizione e dall'impatto che ha sulla visione. Il glaucoma può ridurre il campo visivo, specialmente la visione periferica, che è cruciale per la guida sicura. Tuttavia, molte persone con glaucoma sono in grado di guidare senza problemi, soprattutto se la malattia viene diagnosticata e trattata precocemente.



Fattori da Considerare


  • Stadio del Glaucoma: Nei casi iniziali o lievi, con un adeguato trattamento per controllare la pressione intraoculare, molti pazienti mantengono una visione centrale e periferica sufficiente per soddisfare i requisiti di guida.
  • Limitazioni del Campo Visivo: La legge richiede che i conducenti soddisfino specifici standard relativi al campo visivo. Questi standard variano a seconda del paese o dello stato. Le persone con glaucoma devono superare questi test per essere considerate idonee alla guida.
  • Adattamenti: Alcuni individui potrebbero beneficiare di adattamenti, come specchietti supplementari, per aiutare a compensare la riduzione della visione periferica.
  • Valutazioni Regolari: È essenziale sottoporsi a valutazioni regolari della vista per monitorare qualsiasi cambiamento nella visione che potrebbe influenzare la capacità di guidare.



Consigli per i Conducenti con Glaucoma


  1. Controlli Visivi Regolari: Mantenere controlli regolari con il proprio oculista per monitorare la progressione della malattia e adeguare il trattamento se necessario.
  2. Informare l'Autorità di Licenza: In molti luoghi, è richiesto per legge informare l'autorità di licenza di qualsiasi condizione che potrebbe influenzare la capacità di guida.
  3. Guida in Condizioni Sicure: Limitare la guida notturna, in condizioni di scarsa illuminazione o in condizioni meteorologiche avverse, che possono rendere più difficile la guida per le persone con riduzione della visione periferica.



Fonti dell'articolo:


👉 NHS


👉 National Eye Institute




Leaderfarma consiglia



Per aiutarti a contrastare questo disturbo i farmacisti di Leaderfarma.it consigliano alcuni ottimi prodotti che potrai trovare in fondo all'articolo.

Cliccando sui prodotti che più vi interessano potrete visualizzare le relative schede-prodotto dettagliate, in modo da capire quale possa fare al caso vostro.
Inoltre è attiva la sezione "hai domande?" (sempre all'interno delle singole schede prodotto), attraverso la quale potrete chiederci qualsiasi cosa sul prodotto e/o disturbo sul quale avete delle curiosità.


Speriamo che queste informazioni ti siano state di aiuto continua a seguire il nostro blog e rimani aggiornato su tutte le nostre offerte.

 

Tutte le informazioni contenute in questo articolo sono fornite a solo scopo informativo, in nessun caso costituiscono la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Come specificato in ogni articolo se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico.

Prodotti correlati

Per aiutarti a contrastare questo disturbo leaderfarma consiglia...