3478407520 - dal Lunedì al Venerdì: 10:00 - 13:00 / 17:00 - 19:30


Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!


Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

Spedizioni gratuite oltre i 80,01 €

Melone - Alimenti

MELONE



1. Descrizione e origini del Melone
2. Varietà di Melone
3. Benefici e controindicazioni del Melone
4. Proprietà nutrizionali del Melone
5. Ricetta della bevanda al melone: "Melon Mocktail, bevanda fresca e senza alcol con il gusto dolce del melone"


 

1. Descrizione e origini del Melone

 

Che cos'è il melone? Quali sono le origini del melone?


Il melone (Cucumis melo), detto anche popone, è il frutto di una pianta erbacea annuale che presenta un fusto flessibile, strisciante o rampicante molto ramificato e grandi foglie lobate, appartenente alla famiglia delle Cucurbitacce.

Il frutto di diverse dimensioni, ha forma tondeggiante od ovoidale con buccia spessa, liscia- costoluta o reticolata e polpa dolce e profumata di colore che va dall’arancio al bianco-giallo o verde in base alle diverse varietà di melone. Nella cavità centrale presenta una grande quantità di semi.
Il melone è ampiamente apprezzato per il suo sapore dolce e rinfrescante, oltre ad essere una fonte di vitamine e antiossidanti benefici per la salute. Viene consumato fresco come frutto, utilizzato in insalate, succhi di frutta e cocktail, nonché come ingrediente in molte ricette dolci e salate.
Il melone è un frutto originario delle regioni tropicali dell'Africa, particolarmente dell'attuale Sudan.
Le sue origini risalgono a migliaia di anni fa, e si ritiene che sia stato coltivato per la prima volta nell'antico Egitto. Gli egiziani lo apprezzavano molto e lo consideravano un cibo prelibato, tanto che veniva spesso incluso nelle offerte funerarie dei faraoni.
Dall'Egitto, il melone si diffuse in altre parti del Medio Oriente, come la Persia (l'attuale Iran), dove veniva coltivato con successo. Successivamente, si diffuse anche in altre regioni del Mediterraneo, come la Grecia e l'Italia, dove il clima favorevole e il terreno fertile contribuirono alla sua crescita e popolarità.
Durante l'espansione dell'Impero Romano, il melone raggiunse nuove aree geografiche e venne introdotto in Europa occidentale. I romani apprezzavano molto il melone e lo coltivavano in giardini e serre. Si dice che l'imperatore Giulio Cesare fosse un grande estimatore del melone e che abbia addirittura inviato semi di melone dall'Egitto per la coltivazione in Italia.
Nei secoli, il melone si diffuse in diverse parti del mondo grazie alla navigazione e all'esplorazione dei commercianti e dei navigatori. Durante il Rinascimento, divenne un frutto di prestigio e status sociale nelle corti europee, dove veniva servito come dessert raffinato durante i banchetti.
Nel corso del tempo, sono state sviluppate molte varietà di melone con caratteristiche diverse, come meloni dolci, succosi e profumati.
Oggi, il melone è coltivato in diverse parti del mondo, compresi l'Europa, l'America, l'Asia e l'Africa. L'Italia, la Francia, la Spagna, la Turchia, gli Stati Uniti, la Cina e l'Iran sono tra i principali produttori di melone a livello mondiale.





2. Varietà di Melone



Quali sono le varietà di melone?


Ci sono numerosissime varietà di melone, differenti per forma, dimensione e colore di buccia e polpa, ma vengono distinti fondamentalmente in due gruppi:

1) Meloni estivi: presenti sul mercato da maggio ad ottobre e caratterizzati da polpa giallo-aranciata. In questa categoria rientrano:
- Melone Cantalupo: deve il suo nome ad un piccolo borgo in provincia di Rieti dove pare che i suoi semi, provenienti dall'Asia, furono piantati per la prima volta tantissimi anni fa. La sua coltivazione a oggi è diffusa in tutta Italia e viene raccolto tra maggio e ottobre. La sua forma è ovale, la buccia ruvida è diviso in segmenti ben marcati e polpa arancio vivo. Il sapore è fresco e molto dolce. All’interno della famiglia dei meloni Cantalupo, esistono tantissime varietà. Tra le più famose ad esempio ci sono la Red Falcon e il Mundial che sono due sottovarietà molto simili tipiche della Sicilia. Un’altra varietà è quella di Mantova, che appare con una polpa di un colore più pallido, ma compatta e dolce.
- Melone retato o Melone pane: varietà molto diffusa dalla scorza sottile e la sua buccia è caratterizzata da una fitta rete di reticoli che lo dividono “a fette” ed è di colore chiaro. La forma è tondeggiante, presenta polpa succosa color giallo/arancione acceso e sapore e profumo dolci e intensi, soprattutto a piena maturazione.

2) Meloni invernali: arrivano sul mercato in tarda estate, ma poi rimangono fino a dicembre grazie alla loro capacità di conservarsi a lungo.
Sono caratterizzati da forma allungata, buccia liscia e sottile e polpa bianca o verdognola.
Si annoverano in questo gruppo:
- Melone giallo o melone d’inverno: matura tra settembre e novembre, ma si conserva e può essere mangiato fino a dicembre. Ha forma allungata, la buccia è liscia, sottile e gialla, la polpa bianca o verdognola ed è caratterizzato da un gusto e da un aroma delicato e dolce, a metà strada tra la pera bianca e il cetriolo.
- Melone verde: chiamato honeydew in americano, il cui significato in italiano può essere tradotto con il termine “melata”. Il melone verde è una specie originaria della Francia e dell'Algeria, predilige i climi semiaridi ed è possibile reperirlo da agosto fino a marzo. Una delle principali caratteristiche di questo melone è l’alto grado zuccherino. La forma è ovale, la buccia color crema e polpa verde brillante. La sua polpa è talmente morbida e dolce da poterlo considerare un dessert al cucchiaio; inoltre può essere utilizzata anche per farne la confettura.
- Melone sardo o Piel de Sapo: sempre più diffuso e apprezzato, il melone sardo deve il suo nome dalla parola sarda "Piel de Sapo", che significa "pelle di rospo" per il suo aspetto esteriore. Proviene dalla Spagna e in Italia viene coltivato in Sardegna nella Penisola del Sinis. È caratterizzato da una forma allungata, buccia ruvida o liscia di colore verde o striato di giallo. La polpa di questa varietà di melone è bianca con striature verdastre, croccante e dal sapore molto zuccherino.

 

3. Benefici e controindicazioni del Melone

 

Quali sono i benefici del melone? A cos a fa bene il melone? Quante fette di melone si possono mangiare? Quali sono le controindicazioni del melone? Quando non mangiare il melone? Ch soffre di colon irritabile può mangiare il melone?


Il melone contiene per oltre il 90% acqua e caratterizzato da un basso apporto calorico, elementi che lo rendono un frutto diuretico e depurativo, ma anche uno spuntino saziante in grado di controllare l’appetito tra un pasto e l’altro.

Presenta un alto contenuto di vitamine e sali minerali: è ricco infatti di vitamina C; vitamina B9 (acido folico); potassio (minerale che si occupa di vari processi vitali: l’equilibrio acido-base, la trasmissione degli impulsi nervosi e la contrazione muscolare, è in grado inoltre di ridurre la pressione arteriosa e di regolare anche i battiti cardiaci); ed infine, anche se in minor quantità, sono presenti fosforo e calcio, che lo rendono alleato della salute delle ossa, e ferro.
Può essere inserito nella nostra alimentazione anche se siamo in dieta, l'importante è non eccedere: una porzione che corrisponde a due o tre fette è quella consigliata.

Il melone non solo è delizioso, ma offre anche diversi benefici per la salute. Eccone alcuni dei principali:

1. Idratazione: il melone è costituito principalmente da acqua, il che lo rende un'ottima scelta per l'idratazione. Mangiare melone può aiutare a mantenere il corpo idratato, soprattutto durante i mesi estivi o in caso di attività fisica intensa.
2. Nutrienti essenziali: il melone è ricco di vitamine e minerali importanti per la salute. È una buona fonte di vitamina C, che supporta il sistema immunitario, favorisce la salute della pelle e aiuta nell'assorbimento del ferro. Contiene anche vitamina A, che contribuisce alla salute degli occhi e della pelle, e potassio, che supporta la salute del cuore e la regolazione della pressione sanguigna.
3. Antiossidanti: il melone contiene antiossidanti, come il beta-carotene e la vitamina C, che aiutano a combattere lo stress ossidativo nel corpo. Gli antiossidanti neutralizzano i radicali liberi dannosi e possono contribuire a ridurre il rischio di malattie croniche, come le malattie cardiache e alcuni tipi di cancro.
4. Digestione: il melone contiene fibre alimentari, che sono importanti per una buona digestione. Le fibre possono favorire la regolarità intestinale e prevenire problemi come la stitichezza. Inoltre, il melone è facilmente digeribile, il che lo rende un'opzione adatta anche per le persone con stomaco sensibile.
5. Supporto all'idoneità fisica: il melone contiene potassio e altri nutrienti che possono aiutare a mantenere l'equilibrio elettrolitico e favorire la contrazione muscolare sana. Questo può essere particolarmente benefico per gli atleti o per coloro che svolgono attività fisica intensa.
6. Pelle sana: grazie al suo alto contenuto di vitamina C e antiossidanti, il melone può contribuire alla salute della pelle. La vitamina C è coinvolta nella produzione di collagene, che favorisce l'elasticità e l'aspetto giovanile della pelle. Gli antiossidanti nel melone possono anche proteggere la pelle dai danni dei radicali liberi causati dai raggi UV e dall'inquinamento ambientale.

Sebbene il melone offra numerosi benefici per la salute, ci sono alcune controindicazioni:
- Allergia: in alcuni casi, le persone possono essere allergiche al melone. L'allergia al melone è rara, ma può manifestarsi con sintomi come prurito, gonfiore o formicolio nella bocca, la gola o il viso, eruzione cutanea o difficoltà respiratorie. Se si sospetta di avere un'allergia al melone, è consigliabile consultare un medico.
- Diabete: il melone contiene zuccheri naturali, e quindi le persone con diabete o con problemi di controllo della glicemia dovrebbero consumarlo con moderazione. È importante tenere monitorati i livelli di zucchero nel sangue e parlare con un medico o un dietologo per determinare la quantità adeguata di melone da consumare.
- Intolleranza al FODMAP: il melone contiene una quantità moderata di FODMAP (oligosaccaridi, disaccaridi, monosaccaridi e polioli fermentabili). Le persone che soffrono di sindrome dell'intestino irritabile (IBS) o di sensibilità ai FODMAP potrebbero provare disagio o sintomi gastrointestinali dopo aver consumato melone. In questo caso, potrebbe essere necessario limitarne il consumo o evitare completamente il melone.
- Interazioni farmacologiche: alcuni componenti presenti nel melone potrebbero interagire con farmaci specifici. Ad esempio, i meloni contengono una sostanza chiamata cucurbitacina, che può avere effetti sul sistema cardiovascolare e interagire con alcuni farmaci antipertensivi. È consigliabile consultare un medico o un farmacista se si stanno assumendo farmaci per verificare possibili interazioni.
- Contaminazione batterica: come tutti i frutti freschi, il melone può essere contaminato da batteri come Salmonella o Listeria. È importante lavare accuratamente il melone prima di tagliarlo e consumarlo. Inoltre, è consigliabile conservare il melone in frigorifero per ridurre il rischio di contaminazione batterica.
Come sempre, è importante tenere conto delle proprie condizioni di salute, delle allergie o delle intolleranze individuali e consultare un professionista sanitario per eventuali preoccupazioni specifiche prima di apportare modifiche significative alla propria dieta.






4.
Proprietà nutrizionali del Melone



Quante calorie contiene il melone retato? Quante calorie contiene il melone giallo? Quanti zuccheri contiene il melone? Quali vitamine contiene il melone? Quali minerali contiene il melone?


Nella tabella sottostante è presente la composizione chimica e il valore energetico per 100g di melone retato e melone bianco.


MELONE RETATO

Nutriente

Quantità per 100g

Calorie

34

Acqua

~90%

Proteine

0,8 g

Carboidrati totali

8,2 g

- Zuccheri

7,9 g

Fibre alimentari

0,9 g

Grassi totali

0,2 g

- Grassi saturi

~0,1 g

Vitamina C

36,7 mg

Vitamina A

3382 IU

Vitamina K

2.5 mcg

Tiamina (Vitamina B1)

0.041 mg

Riboflavina (Vitamina B2)

0.019 mg

Niacina (Vitamina B3)

0.734 mg

Vitamina B6

0.072 mg

Acido folico (Vitamina B9)

21 mcg

Potassio

267 mg

Fosforo

15 mg

Magnesio

12 mg

Calcio

9 mg

Ferro

0.21 mg

Zinco

0.18 mg



MELONE BIANCO

Nutriente

Quantità per 100g

Calorie

36

Acqua

~90%

Proteine

0,5 g

Carboidrati totali

9,1 g

- Zuccheri

8,1 g

Fibre alimentari

0,8 g

Grassi totali

0,1 g

Vitamina C

18 mg

Vitamina B6

0,088 mg

Folato (Vitamina B9)

8 mcg

Potassio

228 mg

Fosforo

5 mg

Magnesio

10 mg

Calcio

6 mg



5. Ricetta
della bevanda al melone



"Melon Mocktail: Una bevanda fresca e senza alcol con il gusto dolce del melone"



Il Melon Mocktail è un'opzione analcolica deliziosa e rinfrescante, ideale per chiunque desideri gustare il dolce e succoso sapore del melone senza alcol. Perfetto per le feste estive o semplicemente per godersi un momento di relax, questo drink soddisferà tutti i palati. Scopri come prepararlo in modo semplice e gustoso, ideale per tutti, dai bambini agli adulti!





Ingredienti


- 150 grammi di melone maturo (preferibilmente cantalupo o melone retato)
- 30 ml di succo di ananas
- 20 ml di succo di limone
- 15 ml di sciroppo di vaniglia
- Acqua frizzante
- Ghiaccio tritato
- Fettine di melone e foglie di menta per guarnire (opzionale)



Istruzioni


1. Taglia il melone a cubetti e rimuovi i semi e la buccia.
2. Metti i cubetti di melone nel frullatore e frulla fino a ottenere una purea liscia.
3. In un bicchiere alto riempito per metà di ghiaccio tritato, versa la purea di melone.
4. Aggiungi il succo di ananas, il succo di limone e lo sciroppo di vaniglia al bicchiere.
5. Mescola bene gli ingredienti all'interno del bicchiere.
6. Completa il bicchiere con acqua frizzante fino al bordo.
7. Guarnisci il Melon Mocktail con alcune fettine di melone e foglie di menta per una presentazione accattivante.
8. Aggiungi una cannuccia e un piccolo ombrellino per rendere il drink ancora più festoso.


Sperimenta il Melon Mocktail con con l'aggiunta di altri succhi di frutta o personalizza la tua guarnizione per un tocco unico. 
Goditi questa bevandaal melone in buona compagnia!"

Recensioni certificate

Sappiamo come rendervi felici