3478407520 - dal Lunedì al Venerdì: 10:00 - 13:00 / 17:00 - 19:30


Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!


Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

Spedizioni gratuite oltre i 80,01 €

Orzo - Alimenti

ORZO

 


 

1. Descrizione e origini dell’Orzo
2. Tipologie di Orzo
3. Benefici e controindicazioni dell’Orzo
4. Proprietà nutrizionali dell'Orzo
5. Ricetta Saporita e Sana: Orzo con Zucchine, Pomodorini e Pesto

 

 

1. Descrizione e origini dell’Orzo



Che cos'è l'orzo? Quali sono le origini dell'orzo?


L'orzo (Hordeum vulgare), è un cereale annuale appartenente alla famiglia delle Poaceae.
La pianta di orzo può crescere fino a un'altezza di un metro e mezzo, con fusti eretti e foglie lunghe e strette. La pannocchia dell'orzo, cioè l'infiorescenza, è composta da spighette che contengono i semi di orzo.
L'orzo può essere consumato in diverse forme: i semi interi possono essere bolliti come riso, oppure macinati per ottenere farina per la produzione di pane, pasta e altri prodotti da forno. Inoltre, l'orzo viene spesso utilizzato per produrre birra e whisky o in medicina come rimedio naturale per la dispepsia, la diarrea e le infezioni delle vie urinarie.
L'orzo è stato uno dei primi cereali coltivati dall'uomo, insieme al grano e al riso.
Le sue origini sono antiche e si pensa che risalgano a circa 10.000 anni fa, nel Vicino Oriente.
Coltivato per la prima volta in Mesopotamia (l'attuale Iraq) e in Egitto, dove era usato principalmente come alimento per il bestiame, in seguito, si diffuse in tutto il Mediterraneo e in Europa, dove divenne un importante alimento per l'uomo.
Durante l'Impero romano, l'orzo divenne uno dei cereali più importanti della dieta romana, utilizzato per la produzione di pane, birra e altri alimenti.
Inoltre, l'orzo è stato utilizzato fin dai tempi antichi per le sue proprietà medicinali. I Greci antichi utilizzavano l'orzo per curare malattie della pelle e disordini dell'apparato digerente, mentre i Romani lo utilizzavano come rimedio per la tosse e l'influenza.
Grazie alla sua capacità di crescere in terreni poveri e alle sue proprietà nutrizionali, la sua coltivazione si è diffusa  in tutto il mondo, tanto che ad oggi, l'orzo viene coltivato in ingenti quantità in molti Paesi, tra cui la Cina, l'India, gli Stati Uniti, il Canada, la Russia e l'Europa.



2. Tipologie di Orzo



Quali sono le principali varietà di orzo?


Esistono diverse tipologie di orzo, ciascuna con caratteristiche uniche e differenti utilizzi.
Di seguito ne descriviamo le principali:

1) L'orzo integrale: è un tipo di orzo non raffinato che mantiene intatto il chicco intero, inclusi il pericarpo, il germe e la cuticola. Questo tipo di orzo è ricco di fibre, vitamine e minerali ed è una buona fonte di carboidrati complessi, proteine e grassi. Viene spesso utilizzato come alternativa al riso o alla pasta, e può essere cotto e servito come contorno o come base per insalate. Inoltre, rappresenta un ingrediente comune nelle zuppe e nelle minestre, in quanto la sua consistenza cremosa e il suo sapore leggermente dolce si sposano bene con altri ingredienti.
2) Orzo perlato: l'orzo perlato è stato sottoposto a un processo di lavorazione che consiste nella rimozione del pericarpo e del germe, ottenendo così un chicco privo di fibre e di proteine. Grazie alla sua consistenza cremosa, l'orzo perlato viene spesso utilizzato per preparare minestre, zuppe e insalate.
3) Orzo decorticato: l'orzo decorticato è stato sottoposto a un processo di lavorazione simile all'orzo perlato, ma viene decorticato in maniera più leggera, mantenendo così una buona quantità di fibre e di proteine. Questo tipo di orzo viene utilizzato soprattutto nella produzione di farina e di pane.
4) Orzo mondato: l'orzo mondato è stato sottoposto a un processo di lavorazione che consiste nella rimozione del pericarpo, del germe e della cuticola, ottenendo così un chicco privo di fibre e di proteine. L'orzo mondato viene spesso utilizzato nella produzione di birra, in quanto consente di ottenere un colore più chiaro e un gusto più delicato.
5) Orzo a chicco intero: l'orzo a chicco intero è l'orzo non sottoposto a alcun processo di lavorazione, mantenendo così intatto il pericarpo, il germe e la cuticola. Questo tipo di orzo è ricco di fibre e di proteine ed è spesso utilizzato per la preparazione di piatti a base di cereali, come le insalate o le zuppe.
6) Orzo spezzato: l'orzo spezzato è stato sottoposto a un processo di lavorazione che consiste nella frantumazione del chicco, ottenendo così dei pezzetti di orzo di dimensioni variabili. L'orzo spezzato viene spesso utilizzato nella preparazione di zuppe, minestre, insalate e contorni.



3. Benefici e controindicazioni dell’Orzo



Quali sono i benefici dell'orzo? A cosa fa bene mangaire l'orzo? Quali sono le controindicazioni dell'orzo?



L'orzo è un cereale composto principalmente da carboidrati complessi, fonte importante di energia per il nostro corpo e svolgono un ruolo chiave nel mantenere una buona salute, e fibre alimentari, solubili e insolubili, che aiutano a mantenere un sano equilibrio dell'intestino, migliorano la digestione e aiutano a prevenire la stitichezza. Ogni 100 grammi di orzo crudo contiene circa 73 grammi di carboidrati e 17 grammi di fibre alimentari.
Inoltre, contiene anche proteine, vitamine, minerali e antiossidanti. Nello specifico:
Proteine: l'orzo è una buona fonte di proteine vegetali e contiene tutti gli aminoacidi essenziali necessari per il nostro corpo.
Vitamine: vitamina B1 (tiamina), aiuta a mantenere un sano equilibrio del sistema nervoso e muscolare; vitamina B3 (niacina),  importante per  mantenere un sano equilibrio del sistema nervoso e della pelle; vitamina B6, aiuta a mantenere un sano equilibrio del sistema nervoso e immunitario; folati contribuiscono a mantenere un sano equilibrio del sistema nervoso e immunitario; e vitamina E, aiuta a mantenere un sano equilibrio della pelle e del sistema nervoso.
Minerali: ferro, essenziale per la produzione di globuli rossi e il trasporto di ossigeno nel corpo; zinco importante per la salute della pelle, la crescita e lo sviluppo, la salute del sistema immunitario e la funzione riproduttiva; selenio, fondamentale per la salute del sistema immunitario e la prevenzione del danno cellulare; manganese, utile per la salute delle ossa, la produzione di collagene e la regolazione del metabolismo; e potassio, essenziale per la salute del cuore, la regolazione della pressione sanguigna e il mantenimento dell'equilibrio idrico nel corpo.
Antiossidanti: l'orzo contiene diversi antiossidanti, tra cui la vitamina E e i carotenoidi come il beta-carotene e la luteina. Gli antiossidanti aiutano a prevenire il danno cellulare causato dai radicali liberi e possono ridurre il rischio di malattie croniche come il cancro e le malattie cardiache.

Grazie ai suoi componenti, l’orzo presenta molteplici bendefici tra cui:
1) Regolazione della glicemia: grazie alla presenza di carboidrati complessi e di fibre, l'orzo può aiutare a regolare la glicemia e a prevenire i picchi insulinici.
2) Favorisce la salute del sistema digestivo: l'alto contenuto di fibre nell'orzo può aiutare a migliorare la digestione e a prevenire la stitichezza.
3) Riduzione del colesterolo: l'orzo contiene beta-glucani, una fibra solubile che può contribuire a ridurre il livello di colesterolo LDL nel sangue.
4) Protezione contro i radicali liberi: l'orzo è ricco di antiossidanti, tra cui la vitamina E e i polifenoli, che possono aiutare a proteggere le cellule dai danni dei radicali liberi.
5) Supporto del sistema immunitario: l'orzo contiene una piccola quantità di zinco, un minerale importante per il sistema immunitario.
6) Sostegno al sistema cardiovascolare: l'orzo può contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari grazie al suo effetto benefico sul colesterolo e alla presenza di nutrienti importanti per la salute del cuore, come il potassio e il magnesio.

In generale, l'orzo è un alimento salutare e non presenta controindicazioni significative per la maggior parte delle persone. Tuttavia, ci sono alcune eccezioni da considerare:
Glutine: come altri cereali, l'orzo contiene glutine, che può causare problemi per le persone con intolleranza al glutine o la malattia celiaca.
FODMAP: l'orzo è un cibo ad alto contenuto di FODMAP, che sono carboidrati fermentabili che possono causare gonfiore, flatulenza e altri sintomi gastrointestinali in alcune persone con sindrome dell'intestino irritabile.
Allergie: sebbene sia raro, alcune persone possono essere allergiche all'orzo e manifestare sintomi come prurito, eruzioni cutanee o difficoltà respiratorie.
Interazioni farmacologiche: l'orzo può interagire con alcuni farmaci, come quelli che trattano il diabete o la pressione sanguigna. È importante consultare il proprio medico se si stanno assumendo farmaci e si vuole aggiungere l'orzo alla propria dieta.






4. Proprietà nutrizionali dell'Orzo



Quante calorie ha l'orzo? Quali vitamine e minerali contiene l'orzo?


Nella tabella sottostante è presente  la composizione chimica il valore energetico di 100g di orzo

 

 

Nutrienti

Quantità per 100 g

Calorie

96 kcal

Proteine

3.52 g

Grassi

0.42 g

Carboidrati

21.51 g

Fibre

3 g

Zuccheri

0.78 g

Acqua

74.58 g

Calcio

11 mg

Ferro

0.77 mg

Magnesio

23 mg

Fosforo

66 mg

Potassio

79 mg

Sodio

3 mg

Zinco

0.53 mg

Rame

0.112 mg

Manganese

0.485 mg

Selenio

1.1 µg

Vitamina C

0 mg

Tiamina (Vitamina B1)

0.19 mg

Riboflavina (Vitamina B2)

0.03 mg

Niacina (Vitamina B3)

1.14 mg

Vitamina B6

0.11 mg

Folati (Vitamina B9)

19 µg

Vitamina E

0.02 mg

Vitamina K

2.2 µg

Grassi saturi

0.08 g

Grassi monoinsaturi

0.09 g

Grassi polinsaturi

0.23 g

Colesterolo

0 mg

Acidi grassi Omega-3

0.12 g

Acidi grassi Omega-6

0.11 g



5. Ricetta Saporita e Sana



Orzo con Zucchine, Pomodorini e Pesto



Se stai cercando una ricetta leggera ma ricca di sapore, prova questo Orzo con Zucchine, Pesto e Pomodorini. Questo piatto delizioso unisce ingredienti freschi e aromatici in un perfetto equilibrio di gusto e salute






Ingredienti per 4 persone


- 2 tazze di orzo perlato
- 2 zucchine medie, tagliate a cubetti
- 250g di pomodorini ciliegia, tagliati a metà
- 4 cucchiai di pesto alla genovese
- 3 cucchiai di olio d'oliva extra vergine
- 2 spicchi d'aglio
- sale e pepe nero a piacere
- parmigiano o grana



Istruzioni 

1. Cottura dell'Orzo: inizia cucinando l'orzo perlato, seguendo attentamente le istruzioni sulla confezione. Assicurati che sia cotto al dente, quindi scolalo e conserva un po' di acqua di cottura.
2. Preparazione delle Zucchine e dei Pomodorini: In una padella capiente, scalda l'olio d'oliva e l'aglio. Aggiungi le zucchine tagliate a cubetti. Cuoci finché diventano teneri e iniziano a rilasciare i loro succhi. Aggiungi infine i pomodori tagliati a metà.
3. Unione degli Ingredienti: unisci l'orzo cotto con le zucchine, i pomodorini e il pesto alla genovese. Mescola con cura, assicurandoti che ogni ingrediente sia ben amalgamato. Se la preparazione risulta troppo asciutta, puoi aggiungere un po' dell'acqua di cottura dell'orzo per ottenere la consistenza desiderata. Questo creerà una salsa cremosa che avvolgerà perfettamente l'orzo.
4. Servizio con Stile: servi il tuo orzo con zucchine, pesto e pomodorini caldo, grattuggia del parmigiano o grana.

Questa ricetta di orzo con zucchine, pesto e pomodorini è un'opzione ideale per chi cerca un piatto saporito ma leggero, perfetto per la stagione estiva. Provala oggi stesso e goditi una combinazione di sapori freschi e aromatici. Buon appetito!

Recensioni certificate

Sappiamo come rendervi felici