3478407520 - dal Lunedì al Venerdì: 10:00 - 13:00 / 17:00 - 19:30


Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!


Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

Spedizioni gratuite oltre i 80,01 €

Nausea, sintomi, cause e rimedi

Cos'Ŕ? quali sono i sintomi, le cause e i rimedi.

In questo articolo troverai:



1. Cos'è la nausea?
2. Quali sono i sintomi della nausea?
3. Quali sono le cause della nausea?
4. Patologie associate alla nausea
5. Rimedi per contrastare la nausea
6. Quando rivolgersi al medico in caso di nausea?
7. Prognosi
8. Domande frequenti sul vomito
9. Leaderfarma consiglia




1. Cos’è la nausea?

 

Donna che soffre di nausea



La nausea è una sensazione sgradevole e diffusa di malessere e disgusto che può portare al bisogno di vomitare. Non è una malattia di per sé, ma piuttosto un sintomo che può essere causato da svariati fattori, tra cui problemi gastrointestinali, come un'infezione o un'intossicazione alimentare, gravidanza (in particolare nei primi mesi, dove è conosciuta come "nausea mattutina"), effetti collaterali di alcuni farmaci, mal di mare o altri tipi di mal d'auto, così come da condizioni più serie come emicranie, problemi al cervello e alcune malattie metaboliche.


La nausea è mediata principalmente dall'area postrema del cervello, che riceve segnali da varie parti del corpo e, in risposta, attiva i meccanismi che portano alla sensazione di nausea. Questo meccanismo può essere attivato anche da stress psicologico, cattivi odori, o la vista di cibo o attività sgradevoli.


Il trattamento della nausea dipende dalla sua causa sottostante. Per alcuni, semplici cambiamenti nello stile di vita o nell'alimentazione possono alleviare i sintomi, mentre in altri casi possono essere necessari farmaci antiemetici. In situazioni più gravi o persistenti, è importante consultare un medico per identificare e trattare la causa alla base della nausea.

 



2. Quali sono i sintomi della nausea?



La nausea spesso è accompagnata da una forte sudorazione, da vertigini e pallore e si caratterizza con il disgusto dei cibi o degli odori, insieme alla sensazione di fastidio nella parte alta dello stomaco e all’abbondante produzione di saliva.



Altri sintomi associati alla nausea, soprattutto in presenza di patologie associate a questo disturbo, sono:



  • Tachicardia;
  • Aumento della pressione sanguigna;
  • Febbre;


Donna con la febbre, sintomo associato alla nausea




Donna con le vertigini, sintomo associato alla nausea

 



3. Quali sono le cause della nausea?



A cosa è dovuto il senso di nausea?


La nausea è una sensazione sgradevole e disagevole che può derivare da diverse cause. Comprendere le possibili origini della nausea può essere utile per individuare la causa sottostante e cercare il trattamento adeguato.


1. Disordini gastrointestinali: Numerosi disturbi dell'apparato digerente possono causare nausea. Alcuni esempi includono il reflusso gastroesofageo (GERD), l'ulcera peptica, la gastrite, la colecistite, l'appendicite e la gastroenterite. Queste condizioni possono provocare infiammazione, irritazione o ostruzione nell'apparato digerente, portando alla comparsa della nausea.


2. Disturbi del sistema nervoso centrale: La nausea può essere causata da problemi a livello del sistema nervoso centrale, come l'emicrania, l'ictus, l'epilessia o la meningite. Queste condizioni possono innescare la sensazione di nausea a causa di alterazioni nella normale funzione del cervello.


3. Effetti collaterali di farmaci: Diversi farmaci possono provocare nausea come effetto collaterale. Ad esempio, chemioterapici, farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), antidepressivi, antibiotici e molti altri possono causare disturbi gastrointestinali, tra cui la nausea.


4. Gravidanza:


Donna in gravidanza che soffre di nausea


La nausea mattutina è un sintomo comune nelle prime fasi della gravidanza, a causa degli squilibri ormonali. Tuttavia, la nausea in gravidanza può manifestarsi in qualsiasi momento della giornata e può variare in intensità da donna a donna.


5. Mal d'auto o mal di mare: I movimenti irregolari durante il viaggio possono causare disturbi dell'equilibrio e stimolare il sistema vestibolare, portando alla nausea. Questa condizione è conosciuta come mal d'auto o mal di mare.


6. Stress e ansia: L'ansia e lo stress cronico possono influire sul sistema nervoso e sul sistema digestivo, causando disturbi gastrointestinali, inclusa la nausea.


7. Alimentazione e avvelenamento: L'assunzione di cibi contaminati o deteriorati può portare a un'infezione alimentare, causando sintomi come nausea, vomito e diarrea. Alcune persone possono anche essere sensibili a determinati alimenti o ingredienti, che possono scatenare la nausea come reazione allergica o intolleranza.


8. Altre cause: La nausea può essere associata a diverse altre condizioni, come l'ipertiroidismo, la sindrome dell'intestino irritabile, l'insufficienza renale, il diabete, la sindrome da colon irritabile e altro ancora.



È importante sottolineare che questa lista non è esaustiva e che la causa della nausea può variare da individuo a individuo. Se la nausea è grave, persistente o accompagnata da altri sintomi preoccupanti, è sempre consigliabile consultare un medico per una valutazione e una diagnosi accurate.



4. Patologie associate alla nausea



E’ importante sottolineare che la nausea rappresenta un sintomo che può essere associato ad un numero molto elevato di patologie. Di seguito riportiamo un elenco di possibili patologie associabili alla nausea.


 

*L’elenco riportato non rappresenta un elenco esaustivo di tutte le patologie associabili alla nausea. Si consiglia sempre di consultare il medico, per avere una diagnosi accurata sulla vostra condizione di salute.




5. Come si cura la nausea?



I rimedi per la nausea variano a seconda della causa scatenante
: in generale, si consiglia di assumere farmaci antiemetici se la nausea è dovuta a un disturbo gastrointestinale, e di bere molta acqua se la causa è il mal d'auto o il mal di mare.


Evitare l’assunzione di determinati cibi e l’esposizione a determinati odori e stimoli visivi può aiutare a circoscrivere il disturbo per cercare di comprendere la causa scatenante.


Solo una diagnosi adeguata permette di stabilire il corretto trattamento, che dipende dalla gravità dei sintomi e dalle cause scatenanti.




6. Quali sono i rimedi naturali per contrastare la nausea?



Esistono alcuni rimedi naturali immediati che possono aiutare ad alleviare la nausea in modo sicuro ed efficace:


1. Zenzero:


Zenzero, alimento utile a trattare la nausea


Lo zenzero è noto per le sue proprietà antiemetiche, che aiutano a ridurre la sensazione di nausea e a prevenire il vomito. Puoi utilizzare lo zenzero in diverse forme: consumare una tazza di tè allo zenzero, masticare un pezzo di radice di zenzero fresco o prendere integratori di zenzero. Lo zenzero può anche essere utile nel trattamento delle nausee da gravidanza.


2. Tè alla menta:
La menta è un altro rimedio naturale efficace contro la nausea. Puoi preparare una tazza di tè alla menta versando acqua bollente su alcune foglie di menta secca o fresca. Sorseggiare lentamente questo tè può aiutare ad alleviare la sensazione di nausea.


3. Acupressione:
L'acupressione è una tecnica che coinvolge la stimolazione di punti specifici del corpo per alleviare vari sintomi, inclusa la nausea. Un punto comune per l'acupressione anti-nausea si trova sul polso interno, tre dita sopra il polso. Puoi applicare una leggera pressione su questo punto con il pollice e il medio per alcuni minuti per ottenere un sollievo rapido dalla nausea.


4. Aromaterapia:
Gli oli essenziali di alcuni profumi possono aiutare a calmare lo stomaco e ridurre la nausea. Gli oli essenziali di menta piperita, limone, zenzero o lavanda possono essere diffusi nell'aria o applicati sulla pelle (previa diluizione) per ottenere un effetto rilassante e antinausea.


5. Respiro profondo:
La respirazione profonda e lenta possono aiutare a calmare il sistema nervoso e ridurre la sensazione di nausea. Cerca di inspirare profondamente dal naso, trattenere il respiro per qualche secondo e poi espirare lentamente dalla bocca. Ripeti questo esercizio di respirazione diverse volte finché la sensazione di nausea non diminuisce.


6. Alimenti leggeri:
In alcuni casi, mangiare alimenti leggeri può aiutare ad alleviare la nausea. Opta per cibi a basso contenuto di grassi e facili da digerire, come cracker, biscotti secchi o banane mature. È importante mangiare lentamente e fare piccoli bocconi per non sovraccaricare lo stomaco.


Ricorda che i rimedi naturali possono funzionare in modo diverso per ogni individuo, quindi è importante sperimentare e trovare ciò che funziona meglio per te.
Se la nausea persiste o è accompagnata da altri sintomi gravi, è consigliabile consultare un professionista sanitario.




7. Domande frequenti sulla Nausea



In che posizione stare quando si ha la nausea?


Quando si avverte la nausea, la scelta della posizione può influire sul benessere e sul sollievo dal sintomo. Ecco alcune posizioni che potresti considerare:


1. Seduto eretto: Stare seduti in posizione eretta con la schiena dritta può aiutare ad alleviare la nausea. Evita di piegarti in avanti o di sdraiarti, poiché queste posizioni possono aumentare la sensazione di nausea.


2. Testa sollevata: Se la nausea è associata a problemi di reflusso acido o bruciore di stomaco, sollevare la testa può aiutare a ridurre il disagio. Puoi utilizzare cuscini extra per sollevare la testa e il torace durante il riposo.


3. Posizione laterale: Se la nausea è accompagnata dal desiderio di vomitare, potresti provare a sdraiarti su un fianco con le ginocchia flesse. Questa posizione può aiutare a prevenire il rischio di soffocamento nel caso in cui avvenga il vomito.


4. Respirazione profonda: Indipendentemente dalla posizione del corpo, una tecnica efficace per gestire la nausea è concentrarsi sulla respirazione profonda e lenta. Inspirare dal naso e espirare lentamente dalla bocca può aiutare a calmare il sistema nervoso e ridurre il disagio.


5. Evitare posizioni che aumentano la pressione addominale: Alcune posizioni, come piegarsi in avanti o stringere l'addome, possono aumentare la pressione sull'area addominale e peggiorare la nausea. Pertanto, evita movimenti che potrebbero esercitare pressione sull'addome.



Ricorda che la scelta della posizione può variare da persona a persona. Ciò che funziona per qualcuno potrebbe non funzionare per un altro. Sperimenta diverse posizioni e ascolta il tuo corpo per individuare quella che ti offre il maggior sollievo.





Come capire se si soffre di nausea da ansia?


La nausea può essere un sintomo comune associato all'ansia. Se sospetti di soffrire di nausea da ansia, ci sono alcuni segnali che puoi osservare per capirlo meglio:


1. Contesto ansioso: Se la nausea si manifesta in situazioni o contesti che ti causano ansia o stress, potrebbe essere un segno che la tua ansia sta contribuendo al sintomo.


2. Altri sintomi di ansia: La nausea può essere accompagnata da altri sintomi tipici dell'ansia, come sensazione di agitazione, battito cardiaco accelerato, sudorazione e tensione muscolare.


3. Mancanza di cause fisiche: Se hai sottoposto a un esame medico e non sono state riscontrate cause fisiche evidenti per la tua nausea, potrebbe essere indicativo che la causa sia di natura psicologica, come l'ansia.


4. Pattern ricorrenti: Se la nausea si verifica in modo ricorrente o regolare in concomitanza con episodi di ansia o situazioni stressanti, potrebbe indicare una correlazione tra ansia e sintomo.


5. Risposta al sollievo dalla tensione: Se riesci a trovare sollievo dalla nausea attraverso tecniche di gestione dell'ansia, come la respirazione profonda, la meditazione o la distrazione, potrebbe suggerire una connessione tra ansia e sintomo.



È importante notare che la nausea può essere causata da diverse condizioni fisiche e non è sempre necessariamente collegata all'ansia. Pertanto, se hai dubbi o preoccupazioni sulla tua salute, è consigliabile consultare un professionista sanitario per una valutazione accurata.
Un professionista in ambito medico o psicologico può aiutarti a valutare e gestire sia l'ansia che la nausea in modo adeguato.





Quando rivolgersi al medico in caso di nausea?



Medico che visita un paziente per trattare la nausea


E’ consigliabile rivolgersi al medico quando la nausea risulta prolungata e di difficile gestione, soprattutto se accompagnata da altri sintomi come:







Prognosi della nausea



La prognosi della nausea dipende dalla causa sottostante e dalla gestione appropriata del disturbo. Nella maggior parte dei casi, la nausea è un sintomo temporaneo e tende a scomparire una volta che la causa scatenante viene trattata o risolta. Ad esempio, se la nausea è dovuta a un'infezione virale o a un'intossicazione alimentare, può durare solo pochi giorni e scomparire con il tempo.


Tuttavia, in alcuni casi, la nausea può essere un sintomo persistente o ricorrente a causa di una condizione cronica o di una malattia sottostante. In queste situazioni, la prognosi dipenderà dalla gestione e dal controllo della condizione di base. Ad esempio, persone affette da malattie gastrointestinali come la malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) o l'ulcera peptica potrebbero dover seguire un trattamento a lungo termine per alleviare la nausea.



La prognosi può variare anche in base alla risposta individuale al trattamento e alla capacità di identificare e gestire le cause sottostanti della nausea. Un'accurata diagnosi medica e un trattamento appropriato possono contribuire a migliorare i sintomi e a prevenire la recidiva.



È importante sottolineare che, sebbene la nausea stessa possa essere sgradevole, di solito non rappresenta una minaccia diretta per la vita. Tuttavia, se la nausea è accompagnata da sintomi gravi come vomito incontrollabile, disidratazione, perdita di peso significativa o segni di complicazioni, è essenziale cercare immediatamente assistenza medica.




Quando devo preoccuparmi se ho nausea?



La nausea può essere un sintomo comune di molte condizioni, spesso non gravi e temporanee. Tuttavia, ci sono situazioni in cui la nausea può essere un segnale di una condizione più seria che richiede attenzione medica. Ecco alcuni casi in cui dovresti considerare di consultare un medico o cercare assistenza medica immediata:


  1. Nausea persistente o severa: Se la nausea non passa con i rimedi casalinghi o continua per più giorni, è importante consultare un medico per escludere condizioni sottostanti più serie.

  2. Disidratazione: Segni di disidratazione includono bocca secca, sete eccessiva, urine scure, ridotta frequenza di minzione, stanchezza e vertigini. La nausea che impedisce di mantenere idratati può richiedere trattamento medico.

  3. Dolore addominale intenso: Se la nausea è accompagnata da un forte dolore addominale, potrebbe indicare una condizione urgente come appendicite, ulcera perforata o ostruzione intestinale.

  4. Vomito di sangue o materiale che assomiglia a fondi di caffè: Questo può indicare sanguinamento interno, che richiede attenzione medica immediata.

  5. Nausea e vomito dopo un trauma alla testa: Questi sintomi possono segnalare una commozione cerebrale o un'altra lesione alla testa e richiedono una valutazione medica.

  6. Nausea accompagnata da febbre alta o rigidità del collo: Questi sintomi possono essere segni di meningite, una condizione potenzialmente pericolosa per la vita.

  7. Nausea in gravidanza accompagnata da dolore addominale severo o sanguinamento: Questo può indicare una gravidanza ectopica o altre complicazioni serie e richiede attenzione immediata.

  8. Segni di shock: Come pelle fredda e appiccicosa, respiro rapido, battito cardiaco accelerato o debolezza estrema. Questi sintomi possono indicare una condizione che mette in pericolo la vita.



In generale, se la nausea ti impedisce di svolgere le tue attività quotidiane, si aggrava o si presenta con altri sintomi preoccupanti, è prudente consultare un medico per una valutazione. La diagnosi precoce e il trattamento di qualsiasi problema sottostante sono cruciali per prevenire complicazioni serie.




Quali sono i rimedi casalinghi per la nausea?

 
 

Per alleviare la nausea a casa, ci sono diversi rimedi naturali e modifiche dello stile di vita che possono aiutare. Ecco alcuni dei più comuni e efficaci:


  1. Rimani idratato: Bevi piccole quantità di liquidi chiari, come acqua, brodo, o bevande sportive, per evitare la disidratazione. Evita bevande con caffeina o zuccheri elevati che possono peggiorare la nausea.

  2. Mangiare poco e spesso: Invece di tre grandi pasti, prova a mangiare piccole porzioni durante il giorno. Evita cibi grassi, fritti, o molto dolci, che possono aggravare la nausea.

  3. Zenzero: È noto per le sue proprietà antiemetici (contro il vomito). Puoi consumare lo zenzero in varie forme, come tisane, caramelle allo zenzero, o aggiungerlo fresco a cibi e bevande.

  4. Menta piperita: Alcuni studi suggeriscono che l'aroma della menta piperita può aiutare a ridurre la nausea. Bere tè alla menta piperita o semplicemente inalare l'aroma può essere di sollievo.

  5. Riposo: A volte, sdraiarsi e chiudere gli occhi può alleviare la nausea. Assicurati di posizionare la testa più in alto rispetto al corpo quando ti sdrai.

  6. Evitare odori forti: Gli odori forti e pungenti possono peggiorare la nausea. Cerca di stare lontano da profumi, fumo, cibi cucinati e altri odori forti.

  7. Respirazione profonda e rilassamento: Tecniche di respirazione profonda, meditazione o yoga possono aiutare a ridurre lo stress e alleviare la nausea.

  8. Acupressione: La pressione sul punto P6 (Nei Guan), situato tre dita sotto il polso sul lato interno dell'avambraccio, può aiutare a ridurre la nausea.

  9. Tè a base di erbe: Oltre al tè allo zenzero e alla menta, altri tè a base di erbe come camomilla o finocchio possono avere effetti calmanti sullo stomaco.

  10. Cracker o pane tostato: Mangiare piccole quantità di cracker secchi o pane tostato può aiutare ad assorbire l'acido dello stomaco e ridurre la nausea.



Prima di provare qualsiasi rimedio casalingo, soprattutto se sei incinta o hai condizioni mediche preesistenti, è importante consultare un medico per assicurarti che siano sicuri per te. Se la nausea persiste nonostante questi rimedi, o se hai sintomi che ti preoccupano, cerca assistenza medica.




Quali farmaci possono aiutare a contrastare la nausea?



Ci sono diversi farmaci che possono essere utilizzati per trattare la nausea, a seconda della causa sottostante e della gravità dei sintomi. È importante consultare un medico prima di iniziare qualsiasi trattamento farmacologico per la nausea, in modo da scegliere il più appropriato e sicuro per la tua situazione specifica. Ecco alcuni dei farmaci più comunemente prescritti per la nausea:


  1. Antiemetici: Questi farmaci sono specificamente progettati per prevenire e trattare la nausea e il vomito. Esempi includono:

    • Ondansetron (Zofran): Spesso usato per la nausea causata da trattamenti chemioterapici, radiazioni e chirurgia.
    • Metoclopramide (Reglan): Può accelerare lo svuotamento dello stomaco, utile per chi soffre di nausea dovuta a problemi di stomaco.
    • Prometazina (Phenergan): Utilizzata per trattare la nausea di varie origini.
  2. Antistaminici: Questi farmaci possono aiutare a controllare la nausea legata al movimento, come il mal d'auto. Esempi includono:

    • Dimenidrinato (Dramamine): Comunemente usato per prevenire e trattare la nausea, il mal di mare e il vertigino.
    • Meclizina (Antivert, Bonine): Anche questo è usato per prevenire e trattare la nausea e il mal di mare.
  3. Anticolinergici: Questi farmaci possono essere utilizzati per la nausea causata dal movimento e includono scopolamina (Transderm Scop), che viene spesso somministrata sotto forma di cerotto da applicare dietro l'orecchio.

  4. Corticosteroidi: In alcuni casi, come per la nausea indotta da chemioterapia, possono essere prescritti corticosteroidi come il dexametasone per aiutare a controllare la nausea.

  5. Cannabinoidi: In alcune giurisdizioni, farmaci a base di cannabinoidi come il dronabinol (Marinol) possono essere prescritti per trattare la nausea e il vomito causati dalla chemioterapia quando altri trattamenti non hanno funzionato.

  6. Farmaci anti-ansia: In alcuni casi, farmaci come il lorazepam (Ativan) possono essere utilizzati per controllare la nausea, specialmente se correlata all'ansia o allo stress.



Prima di assumere qualsiasi farmaco per la nausea, è importante consultare un medico per una diagnosi accurata e raccomandazioni specifiche basate sulle tue condizioni di salute, sui sintomi e sulla causa sottostante della nausea. Il medico potrà consigliare il trattamento più appropriato e sicuro per te.




La nausea è un sintomo di gravidanza?



Sì, la nausea è comunemente associata alla gravidanza e spesso è uno dei primi segni che possono indicare che una donna è incinta. Questo tipo di nausea è comunemente noto come "nausea mattutina", sebbene possa verificarsi in qualsiasi momento della giornata, non solo al mattino. Non tutte le donne incinte sperimentano la nausea, e la gravità può variare notevolmente da una donna all'altra.


La nausea in gravidanza inizia tipicamente intorno alla 6ª settimana di gravidanza, ma può iniziare anche prima, e tende a migliorare verso la fine del primo trimestre, intorno alla 12ª-14ª settimana. Tuttavia, alcune donne possono sperimentare nausea per un periodo più lungo, e in casi rari, per tutta la durata della gravidanza.


La causa esatta della nausea in gravidanza non è completamente compresa, ma si ritiene che sia legata ai cambiamenti ormonali che si verificano durante la gravidanza, in particolare all'aumento dell'ormone gonadotropina corionica umana (hCG) e degli estrogeni. Altri fattori che possono contribuire alla nausea includono bassi livelli di zucchero nel sangue, aumento dello stress e sensibilità agli odori.


Per molte donne, la nausea in gravidanza non richiede trattamento medico e può essere gestita con modifiche dello stile di vita e rimedi casalinghi, come mangiare piccoli pasti frequenti, evitare cibi e odori che scatenano la nausea, e consumare cibi secchi come cracker. Tuttavia, se la nausea è grave e porta a vomito frequente, può portare a una condizione chiamata iperemesi gravidica, che può richiedere trattamento ospedaliero per prevenire la disidratazione e assicurare che sia la madre sia il bambino ricevano nutrienti adeguati.


Se sospetti di essere incinta e hai nausea o altri sintomi, è importante consultare un medico per una valutazione e per discutere le migliori strategie di gestione per il tuo caso specifico.




La nausea è un sintomo di COVID-19?



Sì, la nausea può essere un sintomo del COVID-19, sebbene non sia uno dei sintomi più comuni o distintivi della malattia. Il COVID-19 è meglio conosciuto per i sintomi respiratori come tosse, difficoltà respiratorie e febbre, ma può anche causare una varietà di altri sintomi, tra cui affaticamento, dolori muscolari, perdita del gusto o dell'olfatto, mal di testa, mal di gola, congestione o raffreddore, e sintomi gastrointestinali come nausea, vomito, diarrea e dolore addominale.


I sintomi gastrointestinali, compresa la nausea, sono stati segnalati in una percentuale variabile di pazienti e possono verificarsi da soli o insieme ad altri sintomi più tipici del COVID-19. La presenza di sintomi gastrointestinali può dipendere da vari fattori, inclusa la variante virale coinvolta e le caratteristiche individuali del paziente.


Se hai nausea insieme ad altri sintomi che potrebbero indicare il COVID-19, è importante considerare la possibilità di un test per il virus, specialmente se hai avuto contatti noti con persone positive al COVID-19 o se vivi in un'area con alta trasmissione del virus. Seguire le linee guida locali per il test e l'isolamento, e consultare un medico per consigli specifici sulla gestione dei sintomi e sulle precauzioni da prendere, è fondamentale per proteggere te stesso e gli altri.




Nausea da chemioterapia: come gestirla?

 
 

La nausea e il vomito sono effetti collaterali comuni della chemioterapia, ma possono essere gestiti efficacemente con una combinazione di farmaci, modifiche dello stile di vita e rimedi casalinghi. Ecco alcune strategie per gestire la nausea da chemioterapia:




Farmaci Antiemetici


  • Prevenzione prima della chemioterapia: I medici spesso prescrivono farmaci antiemetici prima di iniziare il trattamento di chemioterapia per prevenire la nausea e il vomito.
  • Diversi tipi di antiemetici: Possono essere usati farmaci come ondansetron (Zofran), granisetron, metoclopramide (Reglan), e dexametasone. La scelta del farmaco dipende dalla gravità dei sintomi e dalle specifiche della chemioterapia.




Modifiche dello Stile di Vita e Alimentazione


  • Piccoli pasti frequenti: Invece di tre grandi pasti, prova a mangiare piccole porzioni durante il giorno.
  • Evitare cibi grassi, fritti o molto dolci: Questi cibi possono peggiorare la nausea.
  • Mangiare e bere lentamente: Assumere cibo e liquidi lentamente può aiutare a ridurre la nausea.
  • Rimanere idratati: Bevi piccole quantità di liquidi durante il giorno, evitando di bere grandi quantità di liquidi ai pasti.
  • Evitare odori forti: Gli odori forti di cibo possono scatenare la nausea. Cucinare con le finestre aperte o mangiare cibi freddi può aiutare.




Rimedi Casalinghi e Alternative


  • Zenzero: Consumare zenzero sotto forma di tè, caramelle o integratori può aiutare a ridurre la nausea.
  • Menta piperita: Il tè alla menta piperita o semplicemente inalare l'aroma di menta piperita può offrire sollievo.
  • Rilassamento e Distrazione: Tecniche di rilassamento come la respirazione profonda, la meditazione o ascoltare musica possono aiutare a gestire la nausea. La distrazione attraverso la lettura, guardare la TV o altre attività può anche aiutare.




Consultazione Medica


  • Seguire le indicazioni del team medico: È importante seguire attentamente le raccomandazioni del proprio team di cura e comunicare apertamente su come si stanno tollerando i trattamenti.
  • Adattamenti del trattamento: In alcuni casi, il regime di chemioterapia può essere adattato per ridurre gli effetti collaterali.




Monitoraggio e Supporto


  • Tenere traccia della nausea e comunicare con il team medico su qualsiasi cambiamento può aiutare ad adattare il trattamento per gestire meglio i sintomi.



La gestione della nausea da chemioterapia è un processo individuale, e ciò che funziona per una persona potrebbe non essere efficace per un'altra. È importante lavorare a stretto contatto con il proprio team di assistenza sanitaria per trovare la strategia più efficace per gestire questo effetto collaterale.




Quali sono i braccialetti per la nausea?



I braccialetti per la nausea, spesso noti come braccialetti di acupressione o braccialetti antiemetici, sono dispositivi indossabili progettati per alleviare la nausea attraverso la stimolazione di specifici punti di pressione sul polso. Questi braccialetti esercitano una leggera pressione sul punto P6 (o Nei-Kuan), che si trova sul lato interno del polso, circa tre dita sotto la piega del polso tra i due tendini centrali.




Come Funzionano i Braccialetti per la Nausea


La teoria alla base di questi braccialetti si basa sui principi dell'acupressione, una forma di medicina tradizionale cinese che sostiene che la pressione applicata a determinati punti del corpo può influenzare il flusso di energia o "qi" nel corpo, contribuendo così a migliorare certi sintomi come la nausea. Sebbene la scienza moderna non abbia completamente spiegato come funziona l'acupressione, alcuni studi suggeriscono che la stimolazione del punto P6 può aiutare a ridurre la sensazione di nausea e vomito.




Usi dei braccialetti per la nausea


I braccialetti per la nausea sono utilizzati per gestire la nausea associata a:


  • Mal di mare e mal d'auto
  • Gravidanza (nausea mattutina)
  • Chemioterapia
  • Anestesia (nausea post-operatoria)




Efficacia dei braccialetti per la nausea


L'efficacia dei braccialetti per la nausea varia da persona a persona. Alcuni utenti riportano un significativo sollievo dalla nausea, mentre altri potrebbero non notare alcun beneficio. Diverse ricerche hanno esaminato l'efficacia dei braccialetti di acupressione per vari tipi di nausea, con risultati misti. Tuttavia, poiché si tratta di un metodo non invasivo e privo di farmaci, molti lo considerano un'opzione valida da provare.




Vantaggi


  • Non farmacologico: Non comporta l'ingestione di sostanze chimiche o farmaci.
  • Riutilizzabile: Può essere usato ripetutamente.
  • Facile da usare: Semplice da mettere e togliere.
  • Basso rischio: Minimo o nessun effetto collaterale per la maggior parte delle persone.



Sebbene i braccialetti per la nausea possano offrire sollievo, non sostituiscono il consiglio medico o i trattamenti prescritti per condizioni sottostanti che causano nausea. Se si sperimenta nausea persistente o grave, è importante consultare un medico per identificare e trattare la causa alla base.



Fonti dell'articolo:


NHS


Ministero della Salute




9. Leaderfarma consiglia


Per aiutarti a contrastare la nausea i farmacisti di Leaderfarma.it consigliano alcuni ottimi prodotti che potrai trovare in fondo all'articolo.


Cliccando sui prodotti che più vi interessano potrete visualizzare le relative schede-prodotto dettagliate, in modo da capire quale possa fare al caso vostro.
Inoltre è attiva la sezione "hai domande?" (sempre all'interno delle singole schede prodotto), attraverso la quale potrete chiederci qualsiasi cosa sul prodotto e/o disturbo sul quale avete delle curiosità.


Speriamo che queste informazioni ti siano state di aiuto continua a seguire il nostro blog e rimani aggiornato su tutte le nostre offerte.

 

Tutte le informazioni contenute in questo articolo sono fornite a solo scopo informativo, in nessun caso costituiscono la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Come specificato in ogni articolo se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...

Recensioni certificate

Sappiamo come rendervi felici