3478407520 - dal Lunedì al Venerdì: 10:00 - 13:00 / 17:00 - 19:30

Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

Spedizioni gratuite oltre i 80,01 €

Gotta

Cos'Ŕ? quali sono i sintomi, le cause e i rimedi.

In questo articolo troverai….

 

  • Cos'è la gotta?
  • Quali sono i sintomi della gotta?
  • Quali sono le cause della gotta?
  • Rimedi per contrastare la gotta
  • Trattamento farmacologico
  • Diagnosi della gotta
  • Prevenzione della gotta
  • Leaderfarma consiglia


Cos'è la gotta?


La gotta è una malattia del metabolismo, caratterizzata da alti livelli di acido urico nel sangua, che colpisce le articolazioni, causando dolore e gonfiore. Si tratta di una patologia piuttosto diffusa, soprattutto negli adulti: in Italia ne soffrono circa 2 milioni di persone. I sintomi della gotta possono variare da persona a persona, ma solitamente si manifestano con un forte dolore alle articolazioni (in particolar modo a quelle del piede), edema e arrossamento. In questo articolo vi mostreremo cos'è la gotta, quali sono i suoi sintomi e cause, e vi daremo alcuni consigli per contrastarla.

La gotta si manifesta con attacchi di artrite monoarticolare, questa vanno al colpite in circa i due terzi sei casi l’articolazione dell’alluce. Questa patologia tende a colpire maggiormente gli uomini, anche se l’incidenza sulle donne aumenta drasticamente con la menopausa.

La gotta può comparire a qualsiasi età, ma è più frequente tra i 40 e i 50 anni. L’episodio di gotta può verificarsi all’improvviso, con gonfiore immediato, dolore ed un’ipersensibilità al contatto con qualsiasi tipo di oggetto o superficie.


Quali sono i sintomi della gotta?


I sintomi della gotta possono variare da persona a persona, ma solitamente si manifestano con un forte dolore alle articolazioni (in particolar modo a quelle del piede), edema e arrossamento. In alcuni casi, la malattia può colpire anche altre articolazioni, come quelle delle mani o delle ginocchia.

Nei soggetti caratterizzati da una malattia duratura e spesso non trattata può svilupparsi la gotta tofacea. Questo disturbo è caratterizzato da dei noduli di cristalli di acido urico (tofi), che sono circondati da tessuto fibroso infiammato e vanno a localizzarsi in determinati punti del corpo, articolazioni, reni e lobo dell’orecchio.


Quali sono le cause della gotta?


Le cause della gotta sono principalmente due: un'alimentazione ricca di purine (sostanze contenute nella carne, nel pesce e nei legumi) e l'eccessivo consumo di alcol. Oltre a queste, altre possibili cause sono l'obesità, il diabete e l'ipertensione.

La gotta si verifica quando cristalli di acido urico si vanno a depositare nelle articolazioni, andando a causare infiammazione e dolore, come descritto in precedenza. La formazione di questi cristalli è causata da un’alta concentrazione di acido urico nel sangue. L’acido urico viene eliminato dai reni, quando però ne viene accumulata una quantità eccessiva iperuricemia, può accadere che i reni non riescano a smaltirlo completamente.


Quali sono i rimedi per la gotta?


I rimedi per la gotta variano in base alla gravità dei sintomi. In caso di dolore intenso è consigliabile applicare del ghiaccio sull'articolazione colpita, per alleviare il gonfiore. Se il dolore persiste, è importante consultare un medico, che potrà prescrivere farmaci antinfiammatori e antidolorifici. Nel caso in cui la gotta si presenti in forma più lieve, è possibile curarla anche con rimedi naturali, come ad esempio l'applicazione di impacchi caldi o freddi.


Trattamento farmacologico


In caso di gotta è fondamentale l’assunzione di farmaci sotto stretto controllo medico e l’eventuale inizio di una terapia aderente alle vostre condizioni di salute.

I farmaci che generalmente vengono prescritti sono:

  • FANS;
  • Colchina;
  • Corticosteroidi.


In caso di gotta generalmente deve essere sospesa l’assunzione di alcuni tipi di farmaci (alcuni tipi di diuretici, cortisonici, aspirina e derivati). L’eventuale sospensione deve essere valutata attentamente dal medico.

L’iperuricemia viene curata generalmente con l’utilizzo di farmaci in grado di inibire la sintesi di acido urico e in grado di favorirne l’eliminazione.

L'allopurinolo ed il febuxostat agiscono limitando la produzione di acido urico mentre il probenecid ed il sulfinpirazone migliorano la capacità dei reni di smaltire attraverso le urine l'acido urico presente nel sangue.


Diagnosi della gotta


Esistono vasi metodi per diagnosticare la gotta:

  • Artrocentesi: per andare a ricercare la presenza di cristalli;
  • Radiografia:le radiografie possono andare ad evidenziare l’eventuale presenza di cristalli ed eventuali danni ossei correlati;
  • Uricemia: l’iperuricemia rappresenta il fattore di rischio principale per la gotta. La concentrazione di acido urico può essere verificata con un semplice esame del sangue.


Prevenzione della gotta


Come per la maggior parte delle patologie la prevenzione, con l’adozione di uno stile di vita e abitudini alimentari più sane, può aiutare in maniera importante a contrastare lo sviluppo della gotta. In particolare è consigliato:

  • Smettere di fumare;
  • Cercare di mantenere un peso corporeo ottimale, attraverso una dieta equilibrata e una regolare attività fisica. Per chi è obeso o in sovrappeso il dimagrimento può portare ad un significativo abbassamento dei livelli di acido urico. E’ importante però a non ricorrere a diete drastiche, evitando attività fisiche intense, che possono andare a sollecitare ancor di più le articolazioni;
  • Limitare il consumo di alcol;
  • Bere molta acqua, evitando però il più possibile le bevande zuccherate;
  • Limitare il consumo di alimenti con elevato contenuto di purine: carni bianche, rosse e alcuni pesci, piselli, fagioli, lenticchie, asparagi, spinaci, cavolfiori, funghi;
  • Eliminare gli alimenti ad elevatissimo contenuto di purine: pesce azzurro, molluschi di mare, selvaggina, dado da cucina.
  • Assumere preferibilmente pasta e riso non integrali, latte e suoi derivati, come yogurt e ricotta, e formaggi a basso contenuto di grassi, uova, verdure, frutta fresca (le ciliegie hanno una particolare efficacia nel ridurre i livelli di uricemia come anche gli agrumi, ricchi in ricchi di vitamina C).

Leaderfarma consiglia


Per aiutarti a contrastare questo disturbo i farmacisti di Leaderfarma.it consigliano alcuni ottimi prodotti che potrai trovare in fondo all'articolo.

Cliccando sui prodotti che più vi interessano potrete visualizzare le relative schede-prodotto dettagliate, in modo da capire quale possa fare al caso vostro.
Inoltre è attiva la sezione "hai domande?" (sempre all'interno delle singole schede prodotto), attraverso la quale potrete chiederci qualsiasi cosa sul prodotto e/o disturbo sul quale avete delle curiosità.


Speriamo che queste informazioni ti siano state di aiuto continua a seguire il nostro blog e rimani aggiornato su tutte le nostre offerte.

 

Tutte le informazioni contenute in questo articolo sono fornite a solo scopo informativo, in nessun caso costituiscono la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Come specificato in ogni articolo se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico.

 

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...

Recensioni certificate

Sappiamo come rendervi felici