3478407520 - dal Lunedì al Venerdì: 10:00 - 13:00 / 17:00 - 19:30

Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

Spedizioni gratuite oltre i 80,01 €

Asma

Cos'Ŕ? quali sono i sintomi, le cause e i rimedi.

In questo articolo troverai….

 

  • Cos'è l'asma?
  • Quali sono le cause dell'asma?
  • Caratteristiche e funzioni dei bronchi
  • Fattori di rischio dell'asma
  • Quali sono i sintomi dell'asma?
  • Prevenzione dell'asma
  • Diagnosi
  • Trattamento medico dell'asma
  • Leaderfarma consiglia



Cos'è l'asma?


L'asma è una malattia infiammatoria che colpisce l'apparato espiratorio, in particolare i bronchi, che si manifesta con spasmi ai bronchi (broncospasmi ) ovvero un restringimento reversibile delle vie aeree che, associato ad un'eccessiva produzione di muco, provoca difficoltà respiratorie nei soggetti colpiti.


Quali sono le cause dell'asma?


Il soggetto asmatico presenta una iper-reattività bronchiale (generalmente con predisposizione familiare ) che provoca una risposta esagerata da parte delle vie aeree agli stimoli di determinate sostanze o allergeni ( fumo, pollini, sostanze irritanti), le quali si infiammano molto velocemente e si restringono.


Cenni sulle caratteristiche e sulle funzioni dei bronchi


I bronchi sono tubi che collegano la trachea (il tubo che porta l'aria alla gola) ai polmoni. Ci sono due bronchi principali, uno per ogni polmone, e ognuno di questi bronchi si divide in bronchioli più piccoli. L'aria entra nella trachea dalla bocca o dal naso e viene poi pompata nei bronchi attraverso i movimenti della muscolatura del torace durante la respirazione.

 

I bronchi hanno diverse funzioni importantissime:

  • Trasportare l'aria ai polmoni: come abbiamo detto, i bronchi sono tubi che collegano la trachea ai polmoni. L'aria entra nella trachea dalla bocca o dal naso e viene poi pompata nei bronchi quando si respira.
  • Proteggere i polmoni: i bronchi hanno un rivestimento di muco che funge da barriera contro le particelle di sporco e altri agenti esterni che potrebbero altrimenti danneggiarli. Queste particelle vengono poi eliminate dal corpo quando si tossisce.
  • Regolare la temperatura dell'aria: i bronchi rivestono l'aria che entra nei polmoni con un sottile strato di liquido. Questo aiuta a mantenere l'aria che respiri calda e umida, il che è importante per evitare che i polmoni si danneggino.

 

I bronchi sono una parte fondamentale dell'apparato respiratorio e svolgono diverse funzioni importantissime per il benessere del nostro organismo. Senza bronchi, non saremmo in grado di respirare e, di conseguenza, di vivere. Per questo è importante prendersene cura e proteggerli dai danni.

 

Fattori di rischio dell'asma


Definire un'unica causa di origine dell'asma è impossibile. Esistono infatti numerosi fattori di rischio che possono indurre questa condizione che possono essere suddivisi in fattori di rischio individuali e fattori di rischio ambientali.

Della prima categoria fanno parte sicuramente l’atopia, ovvero la predisposizione del singolo soggetto a manifestare reazioni avverse nei confronti di particolari antigeni, che portano poi all’asma. Nei fattori individuali giocano un ruolo importante anche il genere, l’etnia e l’obesità.


Per quanto riguarda i fattori di rischio ambientali sono da sottolineare:

  • Allergie: l’esposizione ad allergeni presenti nell’aria, come pollini muffe o altre sostanze irritanti possono essere un fattore scatenante di episodi asmatici nei soggetti predisposti.
  • Infezioni: diversi virus o batteri sono in grado di provocare una infiammazione delle vie aeree, in grado di provocare una crisi.
  • Sostanze chimiche: l’inalazione di sostanze chimiche nei soggetti predisposti all’asma è in grado di provocare reazioni infiammatorie severe e quindi crisi (inquinamento atmosferico, fumo di sigaretta e altri);
  • Farmaci: anche l’utilizzo di alcuni farmaci, soprattutto di natura antiinfiammatoria, può provocare delle crisi.


Quali sono i sintomi dell'asma?


I sintomi dell'asma
comprendono: respiro corto e affannoso, tosse e senso di oppressione al petto. L'asma può essere contrastata con i farmaci broncodilatatori, gli antistaminici e gli corticosteroidi, che alleviano i sintomi e riducono l'infiammazione. In alcuni casi è necessario l'uso dell'ossigeno. Se l'asma non viene trattata, può portare alla morte per soffocamento.


Come prevenire l'asma?


Per prevenire l'asma o limitarne la gravità
, è importante evitare gli stimoli che possono scatenare un attacco di asma, come il fumo, le polveri e gli allergeni. Inoltre, è importante seguire una terapia preventiva per ridurre l'infiammazione delle vie aeree. Se si soffre di asma, è importante consultare il proprio medico per valutare la gravità della malattia e stabilire la terapia più adatta. L'asma può essere una condizione invalidante, ma con le giuste cure può essere controllata efficacemente.


Diagnosi dell'asma


Il sospetto di asma sarà sempre su base clinica. La conferma diagnostica si basa su esami strumentali:

  • spirometria, per confermare e quantificare la presenza di un’ostruzione bronchialeche migliora dopo la somministrazione di un broncodilatatore
  • nei casi in cui non sia possibile eseguire la spirometria in presenza dei sintomi, si eseguirà un test di scatenamento, cioè si provoca una piccola crisi asmatica per documentare la condizione di iperreattività bronchiale tipica della malattia, utilizzando stimoli diversi: nella pratica clinica, il test più utilizzato è il test alla metacolina.


Dopo aver confermato la presenza di asma, andranno valutati i possibili agenti scatenati, con particolare attenzione ai possibili allergeni, con la esecuzione di test cutanei o esami del sangue.

Se pensate di soffrire di asma o avete qualche dubbio, consultate il vostro medico di fiducia: egli saprà indirizzarvi verso la diagnosi e il trattamento più appropriati. Ricordate che l'asma può essere una condizione grave, ma con le giuste cure può essere efficacemente controllata.


Trattamento medico dell’asma


Nel trattamento medico dell’asma il farmaco certamente più utilizzato è il cortisone, che viene assunto nella maggior parte dei casi per inalazione, a dosi controllate, che garantiscono il controllo della sintomatologia asmatica evitando contestualmente la comparsa di effetti collaterali.

Al cortisone viene generalmente associato l’utilizzi di broncodilatatori, soprattutto nei periodi fortemente sintomatici.

E’ molto importante essere sempre in contatto con il vostro medico per tenere il disturbo sotto controllo, lui sarà in grado di somministrare la terapia più efficace, corrispondente alla vostra condizione di salute.


Leaderfarma consiglia


Per aiutarti a contrastare questo disturbo i farmacisti di Leaderfarma.it consigliano alcuni ottimi prodotti che potrai trovare in fondo all'articolo.

Cliccando sui prodotti che più vi interessano potrete visualizzare le relative schede-prodotto dettagliate, in modo da capire quale possa fare al caso vostro.
Inoltre è attiva la sezione "hai domande?" (sempre all'interno delle singole schede prodotto), attraverso la quale potrete chiederci qualsiasi cosa sul prodotto e/o disturbo sul quale avete delle curiosità.


Speriamo che queste informazioni ti siano state di aiuto continua a seguire il nostro blog e rimani aggiornato su tutte le nostre offerte.

 

Tutte le informazioni contenute in questo articolo sono fornite a solo scopo informativo, in nessun caso costituiscono la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Come specificato in ogni articolo se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico.

 

Recensioni certificate

Sappiamo come rendervi felici