3478407520 - dal Lunedì al Venerdì: 10:00 - 13:00 / 17:00 - 19:30

Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

Spedizioni gratuite oltre i 80,01 €

Alzheimer

Cos'Ŕ? quali sono i sintomi, le cause e i rimedi.

In questo articolo troverai….

 

  • Cos'è il morbo di Alzheimer?
  • Quali sono i sintomi del morbo di Alzheimer?
  • Quali sono le cause del morbo di Alzheimer?
  • Alzheimer e aspettative di vita
  • Prevenzione del morbo di Alzheimer
  • Il ruolo della ricerca



Cos’è il morbo di Alzheimer?


Il morbo di Alzheimer è una patologia neurodegenerativa che colpisce il cervello e che si manifesta con la perdita di memoria e di altre capacità cognitive. La malattia prende il nome da Alois Alzheimer, neurologo tedesco che per la prima volta nel 1907 ne descrisse i sintomi e gli aspetti neuropatologici.

Si tratta di una patologia molto diffusa ed i suoi numeri sono in continuo aumento (probabilmente a causa dell’innalzamento dell’età media della popolazione, soprattutto nei paesi occidentali). Secondo l'OMS, ogni anno, nel Mondo, si registrerebbero dai 6 ai 7 milioni di nuovi casi di Alzheimer

 Può essere considerata la forma più comune di demenza. Si stima che in Italia ne siano affetti circa 1 milione di persone, e il numero è in costante aumento a causa dell'invecchiamento della popolazione. In questo articolo faremo il punto sulla malattia, descrivendo nel dettaglio le caratteristiche, i sintomi e le possibili cure.

Il morbo di Alzheimer è una patologia neurodegenerativa che si manifesta con la perdita di memoria e di altre capacità cognitive. La malattia colpisce in particolare le persone over 65, ma non è esclusivamente una malattia dell'età avanzata: circa il 15% dei casi riguardano infatti pazienti al di sotto dei 65 anni, a cui viene diagnosticato il cosiddetto "Alzheimer precoce".



Quali sono i sintomi del morbo di Alzheimer?

 

I sintomi del morbo di Alzheimer si manifestano gradualmente e possono essere suddivisi in tre principali categorie:

 

  • Sintomi della memoria: la prima manifestazione della malattia è spesso una difficoltà nella memorizzazione di nuove informazioni. Il paziente può avere difficoltà a ricordare gli eventi recenti, i nomi delle persone e degli oggetti, e può dimenticare appuntamenti o appuntamenti importanti.

 

  • Sintomi cognitivi: il deterioramento delle funzioni cognitive è un altro segno distintivo della malattia. I pazienti possono avere difficoltà nell'esecuzione di semplici task come vestirsi o lavarsi, e può anche essere difficile per loro comprendere il significato di parole e frasi semplici.

 

  • Sintomi comportamentali: i pazienti con Alzheimer spesso manifestano cambiamenti nel loro comportamento, come ad esempio l'agitazione, l'irritabilità o la depressione. In alcuni casi possono anche manifestare comportamenti aggressivi o violenti.

 

Quali sono le cause del morbo di Alzheimer?


Le cause del morbo di Alzheimer
sono ancora largamente sconosciute, ma si ritiene che la malattia sia causata da una combinazione di fattori genetici e ambientali. Tra i fattori di rischio più importanti per lo sviluppo della malattia vi sono l'età avanzata (il morbo di Alzheimer è una malattia tipica dell'età avanzata: la maggior parte dei pazienti, infatti, ha più di 65 anni), la presenza di parenti stretti affetti dal morbo di Alzheimer (ereditarietà) e alcune condizioni mediche come il diabete o l'ipertensione.

 

Non esiste ancora una cura per il morbo di Alzheimer, ma alcuni farmaci possono aiutare a rallentare la progressione della malattia e a migliorare i sintomi. Tra i farmaci più utilizzati vi sono gli inibitori dell'acetilcolinesterasi, che agiscono riducendo l'attività di un enzima coinvolto nella degenerazione delle cellule cerebrali.


Alzheimer e aspettativa di vita


Purtroppo questa malattia riduce notevolmente le aspettative di vita dei pazienti che ne soffrono. Dal  momento della diagnosi la morte dei soggetti colpiti sopraggiunge in media in 4-10 anni.

Nei pazienti in cui l’alzheimer è diagnosticata in soggetti più giovani l’aspettativa di vita è più lunga.


Prevenzione del morbo di Alzheimer


Purtroppo non esiste una metodologia certificata utile a prevenire la malattia. Alcuni studi hanno dimostrato che alcune patologie cardiovascolari, l'obesità e diabete possano fungere da fattore di rischio, malattie che agiscono sul benessere vascolare. Una dieta equilibrata, unita ad attività fisica e a un'appropriata stimolazione cognitiva sono considerati tutte strategie a favore del benessere cerebrale e cognitivo.


Il ruolo della ricerca nel morbo di Alzheimer


E’ importante sottolineare il ruolo nella ricerca nel contrasto alla malattia. Basti pensare che oltre il 90% delle scoperte effettuate sull’Alzheimer sono avvenute negli ultimi decenni.
La speranza è che la migliore comprensione porterà a nuovi trattamenti. Molti potenziali approcci sono attualmente in fase di ricerca in tutto il mondo.

 

Speriamo che queste informazioni ti siano state di aiuto continua a seguire il nostro blog e rimani aggiornato su tutte le nostre offerte.

 

Tutte le informazioni contenute in questo articolo sono fornite a solo scopo informativo, in nessun caso costituiscono la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Come specificato in ogni articolo se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico.

 

Recensioni certificate

Sappiamo come rendervi felici