3478407520 - dal Lunedì al Venerdì: 10:00 - 13:00 / 17:00 - 19:30

Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

Spedizioni gratuite oltre i 80,01 €

Alopecia

Cos'è? quali sono i sintomi, le cause e i rimedi.

In questo articolo troverai….

 

  • Cos'è l'alopecia?
  • Quali sono le cause dell'alopecia?
  • Tipologie di alopecia
  • Quando preoccuparsi
  • Rimedi per contrastare l'alopecia
  • Minoxidil e la ricrescita dei capelli
  • Come prevenire l'alopecia
  • Leaderfarma consiglia



Cos’è l’alopecia?


L'alopecia
è un disturbo della crescita dei capelli che colpisce circa il 70% degli uomini e il 40% delle donne. Si tratta di una forma di calvizie che si sviluppa in seguito all'influenza di fattori genetici ed ormonali. In questo articolo, vogliamo descrivere nel dettaglio cos'è l'alopecia, quali sono i suoi sintomi, le sue cause e i rimedi per contrastarla.

L'alopecia è caratterizzata da una graduale riduzione della densità dei capelli su tutta la testa o in alcune aree specifiche. In alcuni casi, questo disturbo può portare alla completa perdita di capelli (calvizie). I sintomi dell'alopecia androgenetica comprendono un diradamento progressivo dei capelli e/o la formazione di piccole chiazze calve. Questi sintomi sono causati generalmente dall'influenza di ormoni maschili sui follicoli piliferi.


Quali sono le cause dell’alopecia?


L’alopecia si manifesta con la perdita improvvisa o graduale dei capelli, in particolare sulla parte alta della testa  o a livello frontale. L'alopecia può essere causata da diversi fattori, quali:

  • Traumi emotivi o fisici (come la chemioterapia);
  • Problemi ormonali (come l'ipotiroidismo);
  • Infezioni (come la tigna);
  • Malattie autoimmuni (come il lupus eritematoso sistemico);
  • Stile di vita scorretto (come un'alimentazione poco equilibrata o l'utilizzo di prodotti per capelli dannosi).


Tipologie di alopecia


Esistono diverse forme di alopecia, tra cui l'alopecia androgenetica, l'alopecia areata e la tricotillomania.


L'alopecia androgenetica
è la forma più comune di alopecia. Si tratta di una condizione ereditaria che colpisce sia uomini che donne. Nell'uomo, l'alopecia androgenetica è spesso chiamata calvizie maschile o semplicemente calvizie. La causa principale dell'alopecia androgenetica è l'eccessiva sensibilità del follicolo pilifero all'ormone testosterone. I sintomi dell'alopecia androgenetica comprendono la perdita di capelli, un diradamento dei capelli e un'eventuale riduzione del diametro dei follicoli piliferi.


L'alopecia areata
è una forma di alopecia che colpisce circa il due percento della popolazione. Si tratta di una condizione autoimmune in cui il sistema immunitario attacca erroneamente i follicoli piliferi. L'alopecia areata può colpire qualsiasi area del corpo in cui si trovino i follicoli piliferi, ma è più comune sul cuoio capelluto. I sintomi dell'alopecia areata comprendono la perdita di capelli, un diradamento dei capelli e un'infiammazione del cuoio capelluto.


La tricotillomania
è una forma di alopecia che colpisce circa il quattro percento della popolazione. Si tratta di un disturbo del controllo degli impulsi in cui le persone si tirano i capelli dalla testa o dalle altre parti del corpo. La tricotillomania può causare la perdita di capelli, un diradamento dei capelli e un'infiammazione del cuoio capelluto. La tricotillomania è spesso associata ad ansia e depressione.

 

Quando iniziare a preoccuparsi?


E’ importante sottolineare che una perdita giornaliera di capelli (50-100) è fisiologica e non deve destare preoccupazione, in quanto fa parte di un processo di ricambio programmato della capigliatura.

Se invece si riscontra una perdita di capelli giornaliera superiore alle 100 unità per un periodo prolungato, generalmente superiore alle 4 settimane, oppure se parti del cuoio capelluto iniziano ad essere chiaramente visibili.


Rimedi per contrastare l’alopecia 


I rimedi per contrastare l'alopecia
 comprendono sia trattamenti medici che chirurgici. Tra i trattamenti medici più efficaci abbiamo la finasteride e la minoxidil. La finasteride è un farmaco inibitore della diidrotestosterone, l'ormone maschile responsabile del diradamento dei capelli. La minoxidil, invece, è una soluzione topica (applicata sulla cute) che favorisce la ricrescita dei capelli. I trattamenti chirurgici per l'alopecia androgenetica comprendono il trapianto di capelli e la dermoabrasione laser.


Il minoxidil e la ricrescita dei capelli


Il minoxidil è un vasodilatatore che agisce dilatando i vasi sanguigni e permette quindi al sangue di scorrere più facilmente e ad una pressione inferiore.

Questo principio attivo venne introdotto per la prima volta negli anni ’70 e i suoi primi usi erano esclusivamente per il trattamento dell’ipertensione. Veniva sfruttata la sua capacità di vasodilatazione, era quindi in grado di ridurre la pressione arteriosa, con somministrazione esclusivamente per via orale.

Data la portata di effetti collaterali utilizzando questa via di somministrazione, tentando la strada dell’applicazione topica sul cuoio capelluto, per evitare un eccessivo assorbimento sistemico del farmaco. Diversi studi dimostrarono negli anni successivi l’efficacia del minoxidil somministrato per uso topico per la ricrescita dei capelli.

Ulteriori studi hanno dimostrato che l’applicazione del minoxidil per uso topico faciliti l’apertura dei canali del potassio e, attraverso il rilassamento della muscolatura liscia, favorisce un maggior afflusso di sangue ai bulbi piliferi, favorendone quindi una maggiore stabilità e integrità.

L’utilizzo inefficace di vasodilatatori più moderni ha portato a pensare che l’azione del minoxidil su cuoio capelluto non riguardasse esclusivamente l’aumento della circolazione locale. L’ipotesi più accreditata è che il minoxidil vada ad agire sulla crescita biologica del capello, aumentando il tempo della fase di crescita “anagen”, riducendo quelle passive “telogen” e “catagen”.

L’azione di rafforzamento e rinfoltimento dei capelli inizia ad essere evidente dopo 90-120 di trattamento. All’inizio del trattamento avviene un fenomeno denominato “caduta indotta”in cui la caduta dei capelli aumenta, questo è un processo fisiologico. Superata questa fase la crescita e il rafforzamento dei capelli apparirà evidente.


Come prevenire l’alopecia


Non esistono purtroppo metodologie specifiche in grado di prevenire l’alopecia, ma in generale per la salvaguardia della salute del capello possono essere adottate buone abitudini quotidiane:

  • Lavare i capelli ed asciugarli in maniera molto delicata, facendo attenzione a non strofinare mani o asciugamani sul cuoio capelluto. Cercare di applicare piuttosto un massaggio.
  • Non utilizzare pettinature troppo strette (che magari richiedono l’utilizzo di elastici), soprattutto in presenza di capelli già indeboliti;
  • Smettere di fumare;
  • Evitare l’esposizione eccessiva ai raggi UV;
  • Evitare di stressare i capelli con l’utilizzo di shampoo o trattamenti troppo aggressivi.

 

L'alopecia è un disturbo fastidioso ma non pericoloso per la salute. Se soffrite di questo disturbo, non esitate a consultare il vostro medico per trovare il trattamento più adatto alle vostre esigenze.


Leaderfarma consiglia


Per aiutarti a contrastare questo disturbo i farmacisti di Leaderfarma.it consigliano alcuni ottimi prodotti che potrai trovare in fondo all'articolo.

Cliccando sui prodotti che più vi interessano potrete visualizzare le relative schede-prodotto dettagliate, in modo da capire quale possa fare al caso vostro.
Inoltre è attiva la sezione "hai domande?" (sempre all'interno delle singole schede prodotto), attraverso la quale potrete chiederci qualsiasi cosa sul prodotto e/o disturbo sul quale avete delle curiosità.


Speriamo che queste informazioni ti siano state di aiuto continua a seguire il nostro blog e rimani aggiornato su tutte le nostre offerte.

 

Tutte le informazioni contenute in questo articolo sono fornite a solo scopo informativo, in nessun caso costituiscono la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Come specificato in ogni articolo se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...

Recensioni certificate

Sappiamo come rendervi felici