3478407520 - dal Lunedì al Venerdì: 10:00 - 13:00 / 17:00 - 19:30

Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

Spedizioni gratuite oltre i 80,01 €

Alluce valgo

Cos'Ŕ? quali sono i sintomi, le cause e i rimedi.

In questo articolo troverai….

 

  • Cos'è l'alluce valgo?
  • Quali sono i sintomi dell'alluce valgo?
  • Quali sono le cause dell'alluce valgo?
  • Rimedi per contrastare l'alluce valgo
  • Come prevenire il problema dell'alluce valgo
  • Quando intervenire chirurgicamente?
  • Recupero post-operatorio
  • Diagnosi
  • Leaderfarma consiglia



Cos'è l'alluce valgo?


L'alluce valgo è un disturbo che colpisce l'articolazione metatarso-falangea dell'alluce, ovvero la prima articolazione del dito piccolo. Si tratta di un problema relativamente comune, che può manifestarsi in entrambi i piedi ed è caratterizzato da un allargamento della testa dell'osso metatarsale, da dolore e da difficoltà a cammiare o a muovere il dito.

In presenza dell'alluce valgo viene meno l'allinemento naturale tra primo metatarso e alluce e si forma il cosiddetto angolo di valgismo da cui prende il nome la deformità.


Quali sono i sintomi dell'alluce valgo?


I sintomi dell'alluce valgo sono:

  • allargamento della testa del metatarsale;
  • infiammazione e gonfiore dell'articolazione;
  • dolore agli arti inferiori, che si intensifica durante la corsa o la camminata;
  • deformità del piede.


Quali sono le cause dell'alluce valgo?


Le cause principali
di questo disturbo sono:

  • l'usura anomala delle articolazioni del piede, dovuta a un sovraccarico di pesi;
  • l'uso scorretto di calzature, come tacchi alti o scarpe strette;
  • infortuni alle articolazioni del piede;
  • malattie metaboliche, come l'artrosi.


Quali sono i rimedi per contrastare l'alluce valgo?


I rimedi per contrastare il disturbo dell'alluce valgo
sono:

  • indossare una plantare ortopedica per alleviare il dolore e ridurre la pressione sulla testa del metatarsale;
  • usare gel o pomate antiinfiammatorie per calmare il gonfiore e l'infiammazione dell'articolazione;
  • eseguire degli esercizi di stretching per allungare i muscoli del piede e della gamba;
  • indossare scarpe comode, con una punta larga e un tacco basso.

 

Se il disturbo dell'alluce valgo non viene trattato nel modo appropriato, può portare a complicanze come:

  • l'usura anomala delle articolazioni vicine;
  • deformità permanente del piede;
  • difficoltà a muovere il dito o la sensazione di intorpidimento.


Come prevenire il disturbo dell'alluce valgo


Per prevenire il disturbo dell'alluce valgo
è importante:

  • indossare scarpe comode;
  • evitare di sovraccaricare le articolazioni del piede;
  • eseguire degli esercizi per rafforzare i muscoli del piede e della gamba. Se si manifestano i sintomi dell'alluce valgo, è importante consultare un medico ortopedico per ricevere un trattamento adeguato.


Quando intervenire chirurgicamente?


Il trattamento chirurgico dell'alluce vago è raccomandato quando i rimedi conservativi non sortiscono nessun effetto e quando quasto disturbo provoca limitazioni alla qualità della vita, interferendo con la corretta mobilità.

L'intervento chirurgico ha lo scopo di restituire all'alluce valgo la suo posizione corretta a livello anatomico.

La tecnica chirurgica utilizzata per il trattamento dell'alluce valgo è l'osteotomia (percutanea o a cielo aperto). Questa tecnica chirurgica viene eseguita in anestesia locale e prevede l'esecuzione di alcuni tagli sull'osso praticati per permettere la correzione della deviazione del metatarso. L'osteotomia consente un rapido recupero funzionale.

Altre tecniche utilizzate sono l'artrodesi e l'artroplastica di resezione.

Il chirurgo deciderà il tipo di tecnica chirurgica più indicata in base a diversi fattori:

  • età del paziente;
  • condizioni di salute del paziente;
  • stile di vita del paziente;
  • gravità dei sintomi e della condizione generale dell'alluce.


Alluce valgo: tempi di recupero post-operatorio


La correzione dell'alluce valgo spesso può essere effettuata in regime di day hospital e non si rende necessario il ricovero ospedaliero. L'operazione è effettuata in larga parte in anestesia locale. Il recupero post-operatorio dipende principalmente dalla tecnica utilizzata e dalle condizioni dell'alluce del paziente prima dell'operazione (dopo circa cinque settimane viene rimosso definitivamente il bendaggio).

Dopo l'intervento chirurgico, potrebbe essere necessario indossare un gesso o un'apposita scarpa post-operatoria, per mantenere il piede nella posizione corretta fino a quando le ossa non si sono consolidate.

Nella fase post-operatoria, sono previsti controlli settimanali per rinnovare la medicazione e, dopo tre mesi, sarà effettuata una radiografia per valutare se il grado di correzione è accettabile.


Come viene diagnosticato l'alluce valgo?


In genere per effettuare la diagnosi di questo disturbo è sufficiente l'osservazione da parte dell'ortopedico, in quanto la deformazione e quasi sempre molto evidente.

Una radiografia del piede sotto carico permetterà di misurare l’angolo di valgismo ed escludere un’eventuale degenerazione artrosica dei capi ossei.


Leaderfarma consiglia


Per aiutarti a contrastare questo disturbo i farmacisti di Leaderfarma.it consigliano alcuni ottimi prodotti che potrai trovare in fondo all'articolo.

Cliccando sui prodotti che più vi interessano potrete visualizzare le relative schede-prodotto dettagliate, in modo da capire quale possa fare al caso vostro.
Inoltre è attiva la sezione "hai domande?" (sempre all'interno delle singole schede prodotto), attraverso la quale potrete chiederci qualsiasi cosa sul prodotto e/o disturbo sul quale avete delle curiosità.


Speriamo che queste informazioni ti siano state di aiuto continua a seguire il nostro blog e rimani aggiornato su tutte le nostre offerte.

 

Tutte le informazioni contenute in questo articolo sono fornite a solo scopo informativo, in nessun caso costituiscono la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Come specificato in ogni articolo se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico.

Recensioni certificate

Sappiamo come rendervi felici