3478407520 - dal Lunedì al Venerdì: 10:00 - 13:00 / 17:00 - 19:30

Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

Agnello -

Una Guida Completa per Capire il Valore Nutrizionale e le Avvertenze Sanitarie dell'Agnello

In questo articolo sull'Agnello troverai:


1.
Descrizione e origini dell’Agnello
2. Razze di Agnello
3. Benefici e controindicazioni della carne di Agnello
4. Tabella delle Proprietà Nutrizionali della carne di Agnello
5. Ricetta con Agnello:
"Agnello al Forno con Patate e Rosmarino"
6. Domande Frequenti sull'Agnello

 


1.
Descrizione e origini dell’Agnello



Che cos'è l'agnello? Quali sono le origini dell'agnello?


L'agnello è un giovane ovino, solitamente di età inferiore a un anno, ed è conosciuto per la sua carne tenera e delicata. Si tratta di uno dei principali tipi di carne consumati in diverse tradizioni culinarie in tutto il mondo.
Dal punto di vista fisico, gli agnelli sono animali di taglia inferiore rispetto agli adulti della loro specie. Sono caratterizzati da un corpo snello, zampe sottili e un mantello lanoso. La loro lana è solitamente di colore bianco o crema, anche se possono esistere varianti con colorazioni più scure o macchiate.
Sono animali che vivono in greggi, e sono noti per la loro natura curiosa e giocosa. Quando vengono svezzati dalla madre, iniziano a nutrirsi di erba e altre piante, ma durante le prime settimane di vita si affidano all'allattamento materno per il sostentamento.
La carne di agnello è apprezzata per il suo sapore distintivo e la sua morbidezza.
È spesso utilizzata in una varietà di piatti tradizionali, come arrosti, stufati, kebab e curry. Le parti più comuni dell'agnello consumate includono la spalla, la coscia, le costolette e la lombata.
In molte culture, l'agnello è associato a festività religiose o celebrative, come ad esempio la Pasqua.



Origini dell'Agnello



Le origini dell'agnello risalgono a migliaia di anni fa, con la domesticazione degli ovini da parte dell'uomo. I primi documenti che testimoniano la presenza di ovini addomesticati risalgono a circa 10.000 anni fa, nelle regioni dell'attuale Iran e dell'Iraq. Gli antichi popoli nomadi iniziarono a selezionare e allevare gli ovini per ottenere una fonte di carne, latte e lana.

L'agnello e le sue varianti sono presenti in molte parti del mondo, ma le regioni che hanno una lunga tradizione di allevamento e consumo di agnello sono il Medio Oriente, il Nord Africa, l'Europa meridionale, l'Asia centrale e l'Oceania.
Nel Medio Oriente, l'agnello ha una grande importanza culinaria e culturale. È ampiamente consumato in paesi come l'Iran, la Turchia, il Libano e l'Arabia Saudita. La sua carne è un ingrediente chiave in piatti tradizionali come il kebab, l'arrosticino e il tajine.
Nel Nord Africa, l'agnello è una parte essenziale della cucina marocchina, algerina e tunisina. Il couscous di agnello è un piatto molto diffuso, così come lo spiedo di agnello e i vari stufati e zuppe.
In Europa meridionale, l'agnello è particolarmente popolare in paesi come la Grecia, l'Italia e la Spagna. La tradizione culinaria mediterranea utilizza l'agnello in molte ricette, come l'arrosto di agnello, le costolette alla griglia e lo stufato di agnello.
In Asia centrale, rappresenta  un alimento di base per molti popoli nomadi. La cucina delle steppe, che si estende da Mongolia, Kazakistan, Kirghizistan e Uzbekistan, prevede un ampio utilizzo dell'agnello in piatti come il pilaf, gli spiedini di agnello e i dumpling ripieni di carne di agnello.
Anche in Oceania, l'agnello è un alimento importante. In particolare, la Nuova Zelanda è uno dei maggiori produttori di carne di agnello a livello mondiale e la carne di agnello neozelandese è apprezzata in tutto il mondo per la sua qualità.
È interessante notare che l'agnello è spesso associato a festività religiose o culturali. Ad esempio, nella tradizione ebraica, l'agnello è il cibo tradizionale della festa di Pasqua, mentre nella tradizione islamica, l'agnello è consumato durante l'Eid al-Adha.





2. Razze di Agnello



Quali sono le razze di agnello?


Ci sono diverse varietà di agnello in tutto il mondo, ognuna con caratteristiche distintive in termini di aspetto, taglia e sapore. Ecco alcune delle varietà di agnello più comuni:


1) Agnello di razza SuffolK:
originario dell'Inghilterra, è noto per la sua muscolatura sviluppata e il suo scheletro robusto. Ha una lana nera e una pelle rosa. La sua carne è considerata tenera e succulenta, con un sapore dolce e delicato.



2) Agnello di razza Texel:
originario dei Paesi Bassi, ha un aspetto distintivo con una testa ampia e compatta. Ha una lana bianca e una muscolatura ben sviluppata. La carne di agnello Texel è considerata molto tenera e gustosa, con un sapore ricco e succoso.



3) Agnello di razza Dorset:
è originario dell'Inghilterra ed è caratterizzato da una lana bianca e da una muscolatura ben sviluppata. La sua carne è apprezzata per la sua tenerenza e il suo sapore delicato.



4) Agnello di razza Merino:
è una razza di ovini originaria della Spagna, ma è stata successivamente introdotta in molte parti del mondo. Gli agnelli Merino sono noti per la loro lana fina e di alta qualità. La carne di agnello Merino è tenera e saporita.



5) Agnello di razza Katahdin:
originario degli Stati Uniti, è una razza senza lana. Ha una pelliccia corta e una muscolatura ben sviluppata. La sua carne è considerata molto gustosa e presenta una minima quantità di grasso.



6) Agnello di razza Karakul:
è una razza di ovini originaria dell'Asia centrale, ma è diffusa anche in altre parti del mondo. Gli agnelli Karakul hanno una lana riccia e una varietà di colori, tra cui nero, marrone e grigio. La loro carne è pregiata e ha un sapore unico.



7) Agnello di razza Romanov:
originario della Russia, è noto per la sua prolificità, poiché è in grado di produrre grandi quantità di agnelli. Ha una lana densa e una muscolatura compatta. La carne di agnello Romanov è considerata gustosa e delicata.

 




3. Benefici e controindicazioni dell’Agnello



Quali sono i benefici della carne di agnello? A cosa fa bene la carne di agnello? Quali sono le controindicazioni della carne di agnello? Chi ha il colesterolo alto può mangiare la carne di agnello? 



Componenti nutrizionali della carne di Agnello



La componenti nutrizionali dell'agnello possono variare leggermente a seconda dell'età, della razza, dell'alimentazione e di altri fattori e sono:


1) Proteine:
sono un componente importante dell'agnello e svolgono un ruolo essenziale nella crescita e nella riparazione dei tessuti. La carne di agnello è ricca di proteine ad alto valore biologico, che contengono tutti gli amminoacidi essenziali. Le proteine rappresentano circa il 20-25% del contenuto di agnello.


2) Grassi:
l'agnello contiene una quantità variabile di grassi, che conferiscono sapore e succosità alla carne. La quantità di grasso può variare a seconda della parte del corpo dell'agnello e della razza. In generale, la sua carne presenta un contenuto di grassi più elevato rispetto ad altre carni come pollo e tacchino. Questi  grassi sono principalmente costituiti da acidi grassi saturi, ma contengono anche acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi.


3) Carboidrati:
la carne di agnello contiene quantità trascurabili di carboidrati. Gli ovini sono principalmente animali ruminanti e ottengono la maggior parte della loro energia dalla fermentazione dei carboidrati da parte dei batteri nel loro apparato digerente.


4) Vitamine:
l'agnello è una buona fonte di diverse vitamine del gruppo B, tra cui vitamina B12, niacina (vitamina B3), riboflavina (vitamina B2) e tiamina (vitamina B1). Queste vitamine sono coinvolte nel metabolismo energetico e svolgono un ruolo importante nella salute generale.


5) Minerali:
l'agnello è una fonte di minerali importanti come ferro, zinco, selenio e fosforo. Il ferro è essenziale per la formazione dell'emoglobina nel sangue, mentre lo zinco e il selenio sono coinvolti in vari processi metabolici e nella funzione immunitaria. Il fosforo è necessario per la salute delle ossa e dei denti.


6) Acidi grassi omega-3:
è contenuta una piccola quantità di questi acidi grassi essenziali benefici per la salute.



Benefici della carne di Agnello



È importante consumare l'agnello in modo equilibrato e moderato, assicurandosi  di scegliere tagli magri di agnello e prepararli in modo sano e preferendo metodi di cottura come la griglia, la cottura al forno o la cottura a vapore. Tendendo in considerazione quanto detto, l'agnello è in grado di offrire diversi benefici per la salute, quali:



Proteine di alta qualità: l'agnello è una fonte eccellente di proteine di alta qualità. Le proteine sono fondamentali per la crescita, la riparazione e il mantenimento dei tessuti corporei, inclusi i muscoli, la pelle e i capelli. Le proteine dell'agnello contengono tutti gli amminoacidi essenziali, che sono necessari per un'adeguata sintesi proteica nel corpo.


Ferro:
l'agnello è una delle migliori fonti di ferro alimentare, soprattutto il ferro eme, che è altamente biodisponibile. Il ferro è un minerale essenziale per la produzione di emoglobina, che trasporta l'ossigeno ai tessuti del corpo e contribuisce a prevenire l'anemia da carenza di ferro. Un apporto adeguato di ferro aiuta a mantenere l'energia, il benessere generale e la funzione cognitiva.


Zinco:
l'agnello è una buona fonte di zinco, un minerale essenziale coinvolto in numerosi processi nel corpo. Lo zinco è importante per il sistema immunitario, la salute della pelle, la guarigione delle ferite, la sintesi del DNA e la salute riproduttiva. Contribuisce anche al corretto funzionamento delle enzimi e dei processi metabolici nel corpo.


Vitamine del gruppo B: l'agnello è ricco di vitamine del gruppo B, tra cui vitamina B12, niacina (vitamina B3), riboflavina (vitamina B2) e tiamina (vitamina B1). Queste vitamine svolgono un ruolo chiave nel metabolismo energetico, supportando la produzione di energia dalle proteine, carboidrati e grassi. La vitamina B12 è particolarmente importante per la salute del sistema nervoso e la formazione dei globuli rossi.


Selenio:
l'agnello è una fonte di selenio, un potente antiossidante che aiuta a proteggere le cellule dai danni dei radicali liberi. Il selenio è coinvolto nella funzione tiroidea, nel sistema immunitario e nella salute riproduttiva.


Omega-3:
sebbene l'agnello non sia una fonte principale di acidi grassi omega-3 rispetto ai pesci grassi, contiene una piccola quantità di questi acidi grassi essenziali benefici per la salute. Gli omega-3 svolgono un ruolo importante nella salute cardiovascolare, nella funzione cerebrale e nella riduzione dell'infiammazione nel corpo.
 


Controindicazioni al consumo della carne di Agnello



L'agnello può essere parte di una dieta equilibrata e salutare, tuttavia, ci sono alcune controindicazioni da considerare.
Ecco alcuni punti importanti da tenere presente:


Contenuto di grassi saturi: l'agnello, specialmente le parti più grasse come il lombo o la spalla, può contenere quantità significative di grassi saturi. L'eccessivo consumo di grassi saturi può contribuire all'aumento del colesterolo nel sangue e al rischio di malattie cardiovascolari. È importante moderare il consumo di agnello grasso e preferire tagli magri.


Calorie:
l'agnello può essere relativamente calorico, specialmente se viene consumato con la pelle o in porzioni abbondanti. Coloro che seguono diete ipocaloriche o che desiderano gestire il loro peso dovrebbero prestare attenzione alle dimensioni delle porzioni e considerare alternative più magre.


Allergie:
l'agnello è una carne a cui alcune persone possono essere allergiche. Le allergie all'agnello possono essere associate a reazioni cutanee, disturbi gastrointestinali o problemi respiratori. Coloro che hanno una storia di allergie alimentari dovrebbero fare attenzione e consultare un medico se sospettano di essere allergici all'agnello.


Purine: l'agnello contiene purine, che possono essere convertite dal corpo in acido urico. L'eccesso di acido urico può causare problemi come la gotta, una condizione caratterizzata da dolori articolari. Le persone con una predisposizione alla gotta o a livelli elevati di acido urico nel sangue dovrebbero moderare il consumo di agnello.



È sempre consigliabile parlare con un professionista sanitario o un dietologo prima di apportare modifiche significative alla propria dieta o di introdurre nuovi alimenti, soprattutto se si hanno condizioni di salute specifiche o si seguono determinati trattamenti medici.





4. Tabella delle Proprietà Nutrizionali della carne di Agnello



Quali sono le componenti principali della carne di agnello? Quante calorie contiene la carne di agnello? Quanti grassi contiene la carne di agnello? Quante proteine contiene la carne di agnello?



Nella tabella sottostante sono presenti la composizione chimica e il valore energetico per 100g di carne di agnello.

Componente

Quantità per 100g

Acqua

75-80 g

Proteine

15-20 g

Grassi

2-10 g

Carboidrati

0 g

Fibre alimentari

0 g

Ceneri

1-2 g

Colesterolo

60-80 mg

Sodio

45-60 mg

Potassio

310 mg

Calcio

10 mg

Ferro

2 mg

Vitamina B12

1.5 mcg

Vitamina B6

0.3 mg

Vitamina D

0.1 mcg

Magnesio

20 mg

Zinco

2.2 mg

Selenio

12.6 mcg

Folati (Vitamina B9)

2 mcg

Energia (kcal)

250-300 kcal





5. Ricetta con Agnello


"Agnello al Forno con Patate e Rosmarino"


L'agnello al forno con patate e rosmarino è un piatto che incanta i sensi con il suo profumo irresistibile e il sapore robusto. Questa preparazione culinaria è un omaggio alla cucina tradizionale, in cui l'agnello, tenero e succulento, si sposa perfettamente con le patate morbide e il profumo avvolgente del rosmarino.


Foto della ricetta pronta dell'Agnello al Forno con Patate e Rosmarino



Agnello al forno con patate e rosmarino: Ingredienti per la preparazione della ricetta


- 800-900 g di carne di agnello a pezzi;
- 4 patate medie, sbucciate e tagliate a cubetti;
- 3 cucchiai di olio d'oliva extra vergine;
- 4 spicchi d'aglio;
- 2 rametti di rosmarino fresco;
- Sale e pepe nero macinato fresco, a piacere;
- Succo di mezzo limone.



Agnello al forno con patate e rosmarino: Istruzioni per la preparazione della Ricetta


1. Preriscaldate il forno a 180°C.
2. Aggiungete i cubetti di patate sul fondo di una teglia da forno. Distribuite uniformemente.
3. Posizionate i pezzi di carne di agnello sulla parte superiore delle patate nella teglia.
4. Aggiungete i rametti di rosmarino fresco sopra la carne.
5. Spruzzate il succo di limone sulla carne e le patate
6. Coprite la teglia con carta stagnola e mettetela nel forno preriscaldato.
7. Cuocete per circa 1 ora, poi scoprite la teglia e cuocete per ulteriori 30 minuti o finché la carne è tenera e le patate sono dorate.
8. Prima di servire, verificate il condimento e aggiustate con sale e pepe a piacere.


Questa ricetta di agnello al forno con patate e rosmarino è un piatto delizioso e confortante che delizierà il palato di tutti i commensali. Buon appetito!




6. Domande Frequenti sulla carne di Agnello




Che cos'è l'agnello e da cosa deriva?



L'agnello è la carne giovane delle pecore, solitamente macellata prima dei 12 mesi di età. La carne di agnello è generalmente più tenera e saporita rispetto alla carne di pecora adulta.




Quali sono i tagli di agnello più comuni?



Esistono diversi tagli di agnello, ognuno con le sue caratteristiche e il suo utilizzo ideale in cucina. Tra i tagli più comuni troviamo:



Coscia: un taglio ricco e saporito, perfetto per arrosti, braciole e stufati.


Spalla:
un taglio versatile, adatto per arrosti, brasati, spezzatini e ragù.


Costolette:
un taglio magro e saporito, ideale per grigliate, bistecche e fritture.


Cosciotto disossato:
un taglio pregiato, perfetto per arrosti ripieni e preparazioni elaborate.


Bistecche:
tagli sottili di carne magra, adatti per grigliate, bistecche e scaloppine.




Come scegliere l'agnello di qualità?



Quando si sceglie l'agnello, è importante cercare carne di colore rosa chiaro con un grasso bianco marmorizzato. La carne deve essere soda al tatto e non avere un odore forte. È consigliabile acquistare l'agnello da un macellaio di fiducia o da un negozio di alimentari che vende carne fresca di alta qualità.




Come conservare l'agnello?



L'agnello fresco deve essere conservato in frigorifero a una temperatura di circa 4°C. La carne può essere conservata in frigorifero per 2-3 giorni o congelata per un massimo di 6 mesi.




Come cucinare l'agnello?



L'agnello è una carne versatile che può essere cucinata in molti modi diversi. Tra i metodi di cottura più comuni troviamo:



Arrostimento:
l'agnello arrosto è un classico della cucina mediterranea. La carne viene cotta in forno con erbe aromatiche e spezie fino a raggiungere il grado di cottura desiderato.


Brasatura:
la brasatura è un metodo di cottura lento che rende l'agnello particolarmente tenero e saporito. La carne viene cotta in un liquido aromatico, come vino rosso o brodo, a fuoco basso per diverse ore.


Grigliata:
l'agnello alla griglia è un'ottima scelta per una cena estiva. Le costolette o le bistecche di agnello vengono cotte sulla griglia con erbe aromatiche e spezie fino a doratura.


Spezzatino:
lo spezzatino di agnello è un piatto ricco e saporito, ideale per le giornate fredde. La carne viene tagliata a pezzetti e cotta in un tegame con verdure, erbe aromatiche e spezie.


Fritture:
l'agnello fritto è un piatto sfizioso e appetitoso. Le costolette o le bistecche di agnello vengono impanate e fritte in olio bollente fino a doratura.




Quali sono i piatti a base di agnello più tipici?



Ogni regione del mondo ha le sue ricette tradizionali a base di agnello. Tra i piatti più tipici troviamo:



Agnello arrosto con patate: un classico della cucina italiana, l'agnello arrosto viene servito con patate al forno o arrosto.


Moussaka:
un piatto greco a base di melanzane, carne macinata e besciamella.


Tajine di agnello:
un piatto marocchino a base di agnello, verdure e spezie cotto in un tegame di terracotta.


Curry di agnello:
un piatto indiano a base di agnello, verdure e spezie cotto in un ricco sugo di curry.


Gyros:
un piatto greco a base di carne di agnello o pollo marinata e cotta su uno spiedo verticale, servita in una pita con pomodori, cipolle e salsa tzatziki.




L'agnello è un alimento sano?



L'agnello è una fonte di proteine di alta qualità, ferro e zinco, nutrienti essenziali per la salute. È anche relativamente magro rispetto ad altre carni rosse, a patto che si scelgano tagli con poco grasso visibile. Tuttavia, l'agnello può essere ricco di colesterolo, quindi è importante consumarlo con moderazione e bilanciarlo con una dieta ricca di frutta, verdura e cereali integrali.




Come cucinare l'agnello in modo sano?



Esistono diversi modi per cucinare l'agnello in modo sano:



Scegliere tagli magri: optare per tagli di agnello con poco grasso visibile, come le costolette o i filetti.


Eliminare il grasso in eccesso:
prima di cuocere l'agnello, eliminare il grasso visibile con un coltello affilato.


Metodi di cottura salutari:
utilizzare metodi di cottura che richiedono poco o nessun olio, come arrostire, brasare al forno, grigliare o cuocere al vapore.


Marinare la carne:
marinare l'agnello con erbe aromatiche, spezie e succo di limone può aiutare a intenerirla e renderla più saporita, riducendo la necessità di aggiungere sale o grassi aggiuntivi durante la cottura.


Condimenti salutari:
accompagnare l'agnello con verdure al forno, cereali integrali e condimenti leggeri come salsa tahini o yogurt greco.



Fonti dell'articolo:

University of Maryland.

Stanford University.



Le informazioni presentate in questo documento sono fornite solo a scopo informativo e non intendono sostituire il consiglio di un medico o di altri professionisti sanitari. Non devono essere utilizzate per diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia. Le raccomandazioni alimentari e le dichiarazioni relative ai benefici per la salute degli alimenti possono variare a seconda delle condizioni di salute individuali. Prima di apportare qualsiasi cambiamento significativo alla dieta o se avete condizioni mediche specifiche, consultate sempre un professionista sanitario qualificato.