3478407520 - dal Lunedì al Venerdì: 10:00 - 13:00 / 17:00 - 19:30


Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!


Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

Spedizioni gratuite oltre i 80,01 €

Aglio - Alimenti

AGLIO 



1. Descrizione
e origini dell'Aglio
2. Varietà di Aglio
3. Benefici e Controindicazioni dell'Aglio
4. Proprietà nutrizionali dell'Aglio
5.
Domande Frequenti sull'Aglio

 


1. Descrizione e origini dell’Aglio



Che cos'è l'aglio? Quali sono le origini dell'aglio?


L'aglio (Allium sativum) è un bulbo appartenente alla famiglia della Alliaceae, genere Allium. Il bulbo o testa è composto da circa 6-12 spicchi, più propriamente chiamati bulbilli, avvolti da tuniche.

La sua origine è collocata nelle regioni montagnose dell’Asia centrale, da cui si sarebbe diffuso in tutte le aree temperate e subtropicali del pianeta. L’utilizzo dell’aglio in cucina risale a migliaia di anni fa, come anche il suo impiego come medicinale. L’aglio contiene infatti allicina, un composto che ha mostrato numerose proprietà antibatteriche e antimicrobiche.
Nella documentazione egizia risulta che la polvere di aglio fosse impiegata per curare ferite e prevenire la cancrena; gli schiavi inoltre mangiavano aglio quasi quotidianamente perché, si diceva, era un ricostituente miracoloso. Tutankhamen su sepolto non solo in compagnia di aglio, ma anche in presenza di recipienti a forma di aglio, nella speranza che la pianta potesse proteggere la sua anima nell’ aldilà. Nell’antica Grecia, invece, era considerata una pianta degli inferi e dedicata ad Ecate, dea degli spiriti e colei che accompagnava nel regno dei morti.
Gli sportivi lo consumavano prima delle gare, mentre i Galli mangiavano l’aglio prima del combattimento. Inoltre, alcuni importanti medici greci menzionano l’aglio come antidoto al morso dei serpenti.
Nel Medioevo, oltre che protezione contro il demonio, veniva usato per prevenire la peste e il colera. Sempre nel Medioevo i medici usavano delle mascherine imbevute del suo succo per proteggersi dalle infezioni. Durante il Rinascimento, invece, l’aglio venne bandito dalle mense dei più ricchi a causa del cattivo odore che dava all’alito.



2. Varietà di Aglio



Quali sono le varietà di aglio?


Esistono diverse varietà di aglio, ognuna con le sue caratteristiche distintive in termini di sapore, aroma, dimensioni e colore. 
Di seguito alcune delle principali:

1) Aglio bianco: è la varietà più comune e ampiamente disponibile. Ha una buccia bianca e un sapore leggermente piccante. L'aglio bianco è versatile e si presta bene a diverse preparazioni culinarie.
2) Aglio viola: questa varietà ha una buccia viola scura e spesso presenta un aspetto strutturato con chiodini. L'aglio viola ha un sapore più intenso e un aroma distintivo rispetto all'aglio bianco.
3) Aglio rosso: questa varietà ha una buccia esterna di colore violaceo e una buccia interna di colore rosso intenso. L'aglio rosso ha un sapore più dolce rispetto ad altre varietà e un aroma delicato.
4) Aglio di Elefante: noto anche come aglio gigante o aglio africano, è caratterizzato da grandi spicchi e una buccia esterna di colore bianco crema. I suoi spicchi sono più morbidi e meno piccanti rispetto ad altre varietà di aglio.
5) Aglio nero: questa varietà è il risultato di un processo di invecchiamento dell'aglio bianco fresco. Durante questo processo, l'aglio viene fermentato in condizioni controllate di temperatura e umidità per diverse settimane. Ha un sapore dolce, morbido e ricco di umami, con una consistenza morbida e appiccicosa.
6) Aglio selvatico: noto anche come aglio degli orsi, cresce spontaneamente in natura ed è caratterizzato da foglie sottili e fiori bianchi. Ha un sapore più delicato rispetto all'aglio coltivato e viene spesso utilizzato come erba aromatica.

 

 

3. Benefici e controindicazioni dell'Aglio



Quali sono i benefici dell'aglio? A cosa fa bene mangiare l'aglio? Quanti spicchi d'aglio si possono mangiare in un giorno? Quali sono le controindicazioni dell'aglio? Quando non mangiare l'aglio? Chi non dovrebbe mangiare l'aglio?



L'aglio è un alimento incredibilmente nutriente che offre una vasta gamma di benefici per la salute. Eccone alcuni dei principali:
1) Potente proprietà antiossidanti: l'aglio contiene composti antiossidanti come i polifenoli e il selenio, che aiutano a proteggere le cellule dai danni dei radicali liberi. Gli antiossidanti possono ridurre l'infiammazione nel corpo e contribuire a prevenire malattie croniche come le malattie cardiache e il cancro.
2) Supporto al sistema immunitario: l'aglio è noto per le sue proprietà immunostimolanti. Contiene una sostanza chiamata allicina, che ha dimostrato di potenziare la risposta del sistema immunitario, aiutando a combattere infezioni e malattie.
3) Benefici per il cuore: l'aglio è stato ampiamente studiato per i suoi effetti positivi sul sistema cardiovascolare. Può aiutare a ridurre la pressione sanguigna, abbassare i livelli di colesterolo LDL ("colesterolo cattivo") e prevenire la formazione di coaguli di sangue. Questi benefici contribuiscono a ridurre il rischio di malattie cardiache e ictus.
4) Effetti antibatterici e antifungini: l'aglio ha proprietà antimicrobiche e antifungine, che possono aiutare a combattere infezioni batteriche e fungine. Può essere utilizzato per trattare varie infezioni, come infezioni del tratto respiratorio, infezioni del tratto urinario e infezioni fungine della pelle.
5) Potenziale effetto antitumorale: alcune ricerche suggeriscono che l'aglio possa avere proprietà antitumorali e potrebbe essere utile nella prevenzione di alcuni tipi di cancro, come quello dello stomaco, del colon e del seno. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per confermare questi effetti.
6) Benefici per la salute cerebrale: alcuni composti presenti nell'aglio, come l'allicina e gli antiossidanti, possono aiutare a proteggere il cervello dallo stress ossidativo e dall'infiammazione. Ciò potrebbe avere un effetto positivo sulla salute del cervello e sulla prevenzione di malattie neurodegenerative, come l'Alzheimer e il Parkinson.
7) Proprietà antinfiammatorie: l'aglio contiene composti che possono ridurre l'infiammazione nel corpo. L'infiammazione cronica è associata a numerose malattie, tra cui malattie cardiache, diabete, artrite e alcune malattie autoimmuni. Consumare aglio può contribuire a ridurre l'infiammazione e promuovere una migliore salute generale.
La quantità di spicchi d'aglio che si può mangiare in un giorno dipende da diversi fattori, come la tolleranza individuale, la salute generale e il tipo di dieta seguita. In generale, è considerato sicuro consumare fino a 2-3 spicchi d'aglio al giorno per la maggior parte delle persone adulte.

Nonostante i numerosi benefici per la salute, l'aglio può presentare alcune controindicazioni per determinate persone. Ecco alcune considerazioni importanti:
- Problemi digestivi: l'aglio può causare disturbi gastrointestinali come bruciore di stomaco, flatulenza, eruttazione e diarrea in alcune persone sensibili. Questi sintomi possono essere alleviati riducendo la quantità di aglio consumata o evitando completamente l'aglio se si è particolarmente sensibili.
- Interazione con farmaci: l'aglio può interagire con alcuni farmaci, tra cui anticoagulanti (come warfarin) e farmaci antidiabetici. L'aglio può potenziare gli effetti dei farmaci anticoagulanti, aumentando il rischio di sanguinamento, e può influenzare i livelli di zucchero nel sangue in persone che assumono farmaci antidiabetici. È importante consultare il proprio medico o farmacista se si stanno assumendo farmaci e si desidera includere l'aglio nella dieta.
- Reazioni allergiche: in alcuni casi, le persone possono sviluppare reazioni allergiche all'aglio. Queste reazioni possono variare dall'orticaria e dal prurito fino a sintomi più gravi come difficoltà respiratorie e gonfiore del viso. Se si manifestano sintomi allergici dopo l'assunzione di aglio, è importante cercare immediatamente assistenza medica.
- Problemi di coagulazione del sangue: L'aglio può influenzare la coagulazione del sangue, aumentando il tempo di coagulazione. Se si sta assumendo farmaci anticoagulanti o si soffre di disturbi di coagulazione del sangue, è consigliabile evitare l'assunzione di quantità elevate di aglio o consultare il medico per valutare possibili interazioni o effetti avversi.
- Odore corporeo: l'aglio può causare un forte odore corporeo caratteristico, che può essere sgradevole per alcune persone. Questo odore può essere presente nel respiro, nella pelle e nelle secrezioni corporee. Se l'odore dell'aglio rappresenta un problema, è possibile ridurne l'effetto mediante l'assunzione di integratori di aglio o l'uso di preparati di aglio che hanno subito una riduzione del suo contenuto di allicina.
È importante sottolineare che l'aglio può comportare interazioni o effetti avversi solo in determinate circostanze e in persone specifiche. La maggior parte delle persone può beneficiare dell'aglio come parte di una dieta equilibrata, ma è sempre consigliabile consultare un medico o un dietologo prima di apportare cambiamenti significativi alla propria dieta o di assumere integratori di aglio.

 




4. Proprietà nutrizionali dell'Aglio



Quali sono le principali componenti dell'aglio? Quali vitamine sono contenute nell'aglio? Quali minerali sono contenuti nell'aglio?



Nella tabella sottostante sono presenti la composizione chimica e il valore energetico per 100g di aglio.



Nutriente

Quantità per 100g

Calorie

149 kcal

Proteine

6.4 g

Grassi

0.5 g

Carboidrati

33.1 g

Fibre alimentari

2.1 g

Zuccheri

1 g

Acqua

59 g

Vitamina C

31.2 mg

Vitamina B6

1.235 mg

Folati

3 μg

Calcio

181 mg

Ferro

1.7 mg

Magnesio

25 mg

Potassio

401 mg

Zinco

1.16 mg

Selenio

14.2 μg





5. Domande Frequenti sull'Aglio



Cos'è l'aglio e da cosa è composto?


L'aglio (Allium sativum) è una pianta bulbosa appartenente alla famiglia delle Liliaceae. Il bulbo, la parte più utilizzata, è composto da spicchi, ognuno avvolto da una sottile pellicola. I principali composti bioattivi dell'aglio includono:
- Allicina: un composto solforato che si forma quando l'aglio viene tritato o masticato. L'allicina è responsabile di gran parte degli effetti benefici dell'aglio.
- Zolfo: l'aglio è ricco di composti contenenti zolfo, come la S-allil-cisteina e la S-allil-mercaptocisteina, che possono contribuire alle sue proprietà antibatteriche e antiossidanti.
- Vitamine: l'aglio contiene buone quantità di vitamina B6, vitamina C e manganese.



Quali sono i potenziali benefici per la salute dell'aglio?


Le ricerche scientifiche sull'aglio hanno evidenziato diversi potenziali benefici per la salute, tra cui:
- Proprietà antibatteriche: l'aglio può aiutare a combattere batteri, virus e funghi.
- Proprietà antiossidanti: l'aglio aiuta a proteggere le cellule dai danni causati dai radicali liberi, che possono contribuire all'invecchiamento e alle malattie croniche.
- Proprietà antinfiammatorie: l'aglio può aiutare a ridurre l'infiammazione nel corpo, che può essere un fattore di rischio per diverse malattie.
- Proprietà per la salute del cuore: l'aglio può aiutare a ridurre il colesterolo "cattivo" (LDL) e la pressione sanguigna, e può anche aumentare il colesterolo "buono" (HDL).
- Proprietà per la salute del sistema immunitario: l'aglio può aiutare a rafforzare il sistema immunitario e a combattere le infezioni.



Come consumare l'aglio per ottenere i suoi benefici?


L'aglio può essere consumato crudo, cotto o in polvere. Il modo migliore per consumare l'aglio per ottenere i suoi benefici è quello di mangiarlo crudo, poiché la cottura può distruggere alcuni dei suoi composti bioattivi. Tuttavia, l'aglio cotto ha un sapore più delicato e può essere più tollerabile per alcune persone. L'aglio in polvere è una comoda alternativa all'aglio fresco, ma è importante scegliere un prodotto di alta qualità.



Esistono controindicazioni al consumo di aglio?


L'aglio è generalmente sicuro per la maggior parte delle persone se consumato in quantità moderate. Tuttavia, alcune persone possono sperimentare effetti collaterali come bruciore di stomaco, gas intestinali e diarrea. L'aglio può anche interagire con alcuni farmaci, come i anticoagulanti e i farmaci che fluidificano il sangue. È importante consultare il proprio medico se si assumono farmaci o se si hanno condizioni mediche particolari.



Quanto aglio è consigliabile consumare al giorno?


Non esiste una dose raccomandata universalmente di aglio. La maggior parte delle ricerche suggerisce che il consumo di 1-2 spicchi di aglio al giorno è sicuro e può essere sufficiente per ottenere i suoi benefici per la salute. Tuttavia, alcune persone possono tollerare dosi più elevate.



L'aglio è un integratore alimentare efficace?


Gli integratori di aglio sono disponibili in diverse forme, come capsule, compresse e tinture. Sebbene gli integratori possano essere un modo conveniente per assumere aglio, è importante scegliere un prodotto di alta qualità e seguire le istruzioni del dosaggio. L'assorbimento dei composti bioattivi dell'aglio dagli integratori può essere inferiore rispetto al consumo di aglio fresco.




Le informazioni presentate in questo documento sono fornite solo a scopo informativo e non intendono sostituire il consiglio di un medico o di altri professionisti sanitari. Non devono essere utilizzate per diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia. Le raccomandazioni alimentari e le dichiarazioni relative ai benefici per la salute degli alimenti possono variare a seconda delle condizioni di salute individuali. Prima di apportare qualsiasi cambiamento significativo alla dieta o se avete condizioni mediche specifiche, consultate sempre un professionista sanitario qualificato.

Recensioni certificate

Sappiamo come rendervi felici