3478407520 - dal Lunedì al Venerdì: 10:00 - 13:00 / 17:00 - 19:30

Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

Registrati sul nostro sito ed iscriviti alla newsletter, riceverai subito uno sconto extra del 3%!!

Spedizioni gratuite oltre i 80,01 €

Acetonemia

Cos'Ŕ? quali sono i sintomi, le cause e i rimedi.

In questo articolo troverai….

 

  • Cos'è l'acetonemia?
  • Sintomi dell'acetonemia neglia adulti e nei bambini
  • Quali sono le cause dell'acetonemia?
  • Rimedi per contrastare l'acetonemia
  • Leaderfarma consiglia




Cos'è l'acetonemia o acetone?


L'acetonemia è una condizione metabolica caratterizzata da elevati livelli di acetone nel sangue. Questo è dovuto all'assenza di zuccheri da bruciare per produrre energia, che porta l'organismo ad iniziare a bruciare i grassi.

Questa condizione è frequente nei bambini, anche nei neonati e si verifica spesso poichè il latte, soprattutto quello in polvere, è più ricco di grassi che zuccheri. L'acetone ha generalmente decorso benigno e si risolve nel giro di un paio di giorni. L'acetone è un composto chimico solubile in acqua e lipidi, che si trova in natura sia nell'ambiente che nell'organismo. È un prodotto del metabolismo degli zuccheri e dei grassi, ed è normalmente presente nel sangue e nell'urina. L'acetone è anche un componente della naftalina, un insetticida comunemente usato per il controllo delle infestazioni da parassiti.

 

Quali sono i sintomi dell'acetonemia nei bambini?


Nei bambini l'acetonemia si manifesta generalmente con:

  • Alitosi: l'alito ha un odore davvero tipico, simile a quello della frutta matura;
  • Bocca secca e lingua ricoperta da una patina biancastra;
  • Vomito e dolori addominali;
  • Mal di testa e malessere;
  • Sonnolenza e debolezza;
  • Irritabilità ;
  • Disidratazione.

 

Quali sono i sintomi dell'acetonemia negli adulti?


Negli adulti l'acetonemia si manifesta generalmente con:

  • stanchezza;
  • mal di testa;
  • nausea e vomito;
  • calo della pressione arteriosa;
  • aritmie;
  • eccessiva sete che porta ad un'elevata produzione di urine;

 

 Quali sono le cause dell'acetonemia?


Le cause dell'acetonemia possono essere diverse. In alcuni casi si tratta di una condizione temporanea, dovuta ad esempio allo stress o all'alimentazione. In altri casi può essere causata da malattie come il diabete o l'epilessia. L'acetonemia può anche verificarsi in seguito a lesioni cerebrali o infezioni del SNC. In alcuni casi è provocata da farmaci, come gli anticonvulsivanti e i barbiturici. Infine, può essere causata da alcool o droghe.

 

Quali sono i rimedi per l'acetonemia?


Il trattamento dell'acetonemia dipende dalla causa scatenante. In alcuni casi si tratta di una condizione temporanea e il trattamento può essere effettuato a casa con riposo, reidratazione e farmaci contro la nausea. In casi più complessi è necessario ricorrere all'ospedalizzazione e alla terapia farmacologica.

L'acetonemia se non riconosciuta e non trattata in maniera efficace è una condizione che può portare anche a conseguenze serie in alcuni casi. Se si sospetta di avere questa condizione, è importante consultare immediatamente un medico.

 

Leaderfarma consiglia

Come curare l'acetone?

Per il trattamento di questa condizione i farmacisti di Leaderfarma.it consigliano diversi prodotti utili che potrai trovare in fondo alla pagina.

Cliccando sui prodotti che più vi interessano potrete visualizzare le relative schede-prodotto dettagliate, in modo da capire quale possa fare al caso vostro.
Inoltre è attiva la sezione " hai domande? " (sempre all'interno delle singole schede prodotto), attraverso la quale potrete chiederci qualsiasi cosa sul prodotto e/o disturbo sul quale avete delle curiosità.


Buone abitudini da seguire per il contrasto dell'acetonemia


Come sempre consigliamo alcune buone abitudini e uno stile di vita attento sono sempre il primo rimedio a qualsiasi condizione patologica. Per l'acetonemia consigliamo:

  • Seguire una dieta equilibrata con il giusto apporto di carboidrati semplici e complessi e ridurre il consumo di grassi;
  • non seguire periodi di digiuno troppo lunghi;
  • non fare eccessiva attività fisica intensa e prolungata.

 

Speriamo che queste informazioni ti siano state di aiuto. Continua a seguire il nostro blog e rimani aggiornato su tutte le nostre offerte.



Tutte le informazioni contenute in questo articolo sono fornite a solo scopo informativo, in nessun caso costituiscono la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Come specificato in ogni articolo se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico.

 

 

 

 

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...

Recensioni certificate

Sappiamo come rendervi felici